26 Marzo 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 12/07/2016, 11.34

    INDIA

    Kashmir: iniziativa di un gruppo di imam per fermare le violenze



    La All India Organisation of Imams of Mosques ha incontrato oggi l’Home Minister Rajnath Singh e ha annunciato di voler parlare con il Chief Minister del Kashmir e con esponenti religiosi dello Stato per riportare la calma.

    New Delhi (AsiaNews/Agenzie) – Un gruppo di imam che si propone di fermare le violenze che da giorni insanguinano il Kasmir indiano ha incontrato oggi l’Home Minister Rajnath Singh e ha annunciato di voler parlare con il Chief Minister del Kashmir e con esponenti religiosi dello Stato per riportare la calma.

    “Noi – ha detto dopo l’incontro Umer Ahmed Ilyasi della All India Organisation of Imams of Mosques – abbiamo avuto discussioni approfondite con il Ministro sulla situazione in Kashmir. Lo abbiamo sollecitato al fine di garantire che la calma e la pace ritorna alla Valle. Proprio come i musulmani di qualsiasi altra parte del Paese, anche i kashmiri sono nostri fratelli. Siamo con loro e chiediamo loro di portare la normalità e la pace”.

    Ilyasi ha confermato che un gruppo di imam si propone di incontrare il Jammu and Kashmir Chief Minister e anche gli imam della regione per garantire che la calma e la pace siano ristabilite il più rapidamente possibile. Egli ha anche detto che essi si oppongono a ogni tipo di terrorismo in ogni parte del mondo.

    L’ultimo bilancio delle violenze esplose in Kashmir parla di almeno 30 morti e più di mille feriti.

     

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    24/07/2008 INDIA – PAKISTAN
    Sale la tensione nel Kashmir, 9 morti in due diversi attentati
    Una bomba è esplosa in mezzo a un gruppo di lavoratori migranti a Srinagar. Secondo la polizia l’obiettivo era una squadra paramilitare di pattuglia, ma un testimone riferisce che ad essere presi di mira erano un gruppo di pellegrini indù. In un secondo attacco ucciso un ex leader dei mujahedin.

    11/07/2016 09:02:00 INDIA
    Kashmir, scontri tra separatisti e polizia: 23 morti e 250 feriti

    Le violenze si sono scatenate in seguito all’uccisione di Burhan Wani, combattente simbolo di un gruppo separatista. Le autorità hanno imposto il coprifuoco, serrato scuole, uffici, autostrade; i collegamenti internet sono interrotti. Il Kashmir è un territorio conteso da India e Pakistan dal 1947. Un conflitto latente ha provocato decine di migliaia di morti.



    23/03/2009 INDIA – PAKISTAN
    Kashmir, scontri fra esercito indiano e ribelli. Dieci i morti
    Il bilancio delle vittime è di quattro soldati e sei militanti uccisi. Una operazione di accerchiamento dell’esercito indiano a un nascondiglio dei ribelli all’origine della battaglia, tuttora in corso. Islamabad parla di “attacco immotivato”.

    29/01/2007 IRAQ
    Almeno 300 morti nella battaglia di Najaf
    Un nuovo gruppo fondamentalista, che si definisce “I Soldati del Cielo”, voleva uccidere alcuni dignitari sciiti. L’attacco è stato sostenuto da esercito iracheno ed aviazione americana.

    18/11/2004 india - pakistan
    Singh in Kashmir: solidarietà con i civili, prudenza in politica




    In evidenza

    VATICANO
    Il Papa ai giovani: Memoria del passato, coraggio nel presente, speranza per il futuro



    Diffuso oggi il Messaggio per la 32ma Giornata mondiale della gioventù sul tema “Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente”. Il modello di Maria nel suo incontro con Elisabetta. Rifiutare l’immobilità del “divano” dove starsene comodi e sicuri. Vivere l’esperienza della Chiesa non come una “flashmob” istantanea. Riscoprire il rapporto con gli anziani. Vivere il futuro in modo costruttivo non svalutando “le istituzioni del matrimonio, della vita consacrata, della missione sacerdotale”.


    AFGHANISTAN
    P. Moretti: Le Piccole sorelle di Gesù, per 60 anni “afghane fra gli afghani”



    Hanno vissuto 60 anni al servizio dei bisognosi. Sono rimaste a Kabul sotto l’occupazione sovietica, il controllo dei talebani e i bombardamenti Nato. Rispettate da tutti, anche dai talebani. Questo febbraio è finita la loro esperienza, secondo p. Moretti “una a cui guardare”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®