12/07/2016, 11.34
INDIA
Invia ad un amico

Kashmir: iniziativa di un gruppo di imam per fermare le violenze

La All India Organisation of Imams of Mosques ha incontrato oggi l’Home Minister Rajnath Singh e ha annunciato di voler parlare con il Chief Minister del Kashmir e con esponenti religiosi dello Stato per riportare la calma.

New Delhi (AsiaNews/Agenzie) – Un gruppo di imam che si propone di fermare le violenze che da giorni insanguinano il Kasmir indiano ha incontrato oggi l’Home Minister Rajnath Singh e ha annunciato di voler parlare con il Chief Minister del Kashmir e con esponenti religiosi dello Stato per riportare la calma.

“Noi – ha detto dopo l’incontro Umer Ahmed Ilyasi della All India Organisation of Imams of Mosques – abbiamo avuto discussioni approfondite con il Ministro sulla situazione in Kashmir. Lo abbiamo sollecitato al fine di garantire che la calma e la pace ritorna alla Valle. Proprio come i musulmani di qualsiasi altra parte del Paese, anche i kashmiri sono nostri fratelli. Siamo con loro e chiediamo loro di portare la normalità e la pace”.

Ilyasi ha confermato che un gruppo di imam si propone di incontrare il Jammu and Kashmir Chief Minister e anche gli imam della regione per garantire che la calma e la pace siano ristabilite il più rapidamente possibile. Egli ha anche detto che essi si oppongono a ogni tipo di terrorismo in ogni parte del mondo.

L’ultimo bilancio delle violenze esplose in Kashmir parla di almeno 30 morti e più di mille feriti.

 

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Almeno 300 morti nella battaglia di Najaf
29/01/2007
Sale la tensione nel Kashmir, 9 morti in due diversi attentati
24/07/2008
Kashmir, scontri tra separatisti e polizia: 23 morti e 250 feriti
11/07/2016 09:02
Kashmir, scontri fra esercito indiano e ribelli. Dieci i morti
23/03/2009
Missionario costretto a lasciare il Kashmir: “troppo buone” le sue scuole
12/07/2010