08/05/2017, 11.15
INDIA

Mumbai, due simboli religiosi cristiani dissacrati per furti intimidatori

Nirmala Carvalho

Il 6 maggio la statua di Nostra Signora di Vailankanni è stata danneggiata e gli ornamenti rubati. Il 3 maggio una croce è stata dissacrata nel quartiene di Kalina: una persona arrestata. Sajan K George: “I cristiani sono un obiettivo facile degli elementi anti sociali”.

Mumbai (AsiaNews) – Due casi di dissacrazione di simboli religiosi cristiani nell’arco di pochi giorni nei pressi di Mumbai. È quanto denunciano gli attivisti del Global Council of Indian Christians (Gcic), organizzazione dei cristiani in India. Essi riportano che gli ultimi episodi di intimidazione nei confronti della minoranza cristiana hanno avuto come scopo il furto. Ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Gcic, afferma: “Tutto questo è per noi causa di grande preoccupazione”.

Il 6 maggio la statua di Nostra Signora di Vailankanni nel villaggio di Ghodbunder [a circa 35 km da Mumbai, ndr] è stata danneggiata. Alcuni criminali hanno infranto il vetro della grotta che custodiva la statua e scheggiato l’immagine della Vergine nel tentativo di rubare la corona e i gioielli che contornano la statua, tutte false riproduzioni. Il gruppo cristiano riferisce che i ladri non si erano accorti che le decorazioni non hanno valore economico. “Gli ornamenti sono stati rubati – affermano gli attivisti – e vicino al capo della Madonna ci sono delle crepe”. Ad ogni modo, la famiglia cui appartiene la statua “non ha voluto sporgere denuncia”.

Il secondo tentativo di furto è avvenuto il 3 maggio nel quartiere di Kalina, dove una croce è stata vandalizzata. Sajan K George riferisce che “una persona è stata arrestata e il caso è stato registrato per violazione del Codice penale indiano”.

Tutto questo avviene a stretto giro dalla demolizione di una croce su una proprietà privata in Bazaar Road a Bandra (Mumbai), contro cui hanno protestato i vertici dell’arcidiocesi e la comunità cattolica locale, che ha organizzato una marcia silenziosa a sostegno della libertà di culto. Non solo, di recente la capitale del Maharashtra è stata teatro di altre aggressioni ai simboli religiosi cristiani: a febbraio una statua della Vergine Maria è stata vandalizzata e decapitata; a metà aprile una croce è stata profanata con una ghirlanda di pantofole attorcigliate al corpo di Cristo.

Sajan K George commenta: “Questi episodi non sono un bene. I cristiani sono un obiettivo facile per le politiche degli elementi anti sociali, che si avvantaggiano della crescente ostilità e intolleranza verso la fede cristiana”.

Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Tamil Nadu, 184 pellegrini srilankesi aggrediti alla “Lourdes d’Oriente”
05/09/2012
India, anche i non cattolici pregano la Madonna di Gunadala
12/02/2016 15:00
Vescovo indiano: Per la Gmg di Rio preghiamo Nostra Signora del Carmelo
17/07/2013
Profughi dello Sri Lanka, indù e cristiani, attorno a Nostra Signora di Madhu
20/08/2012
Cristiani di Mumbai protestano in silenzio per la croce demolita (Foto)
03/05/2017 09:04