26 Febbraio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 10/01/2017, 08.56

    PAKISTAN

    Pakistan, lanciato il primo missile da crociera da un sottomarino



    Il lancio è avvenuto in una zona non precisata dell’Oceano Indiano. Il missile Babur- è in grado di trasportare testate nucleari. Il test potrebbe incrinare ancora di più i delicati equilibri con Delhi, con cui fin dagli anni ’90 Islamabad conduce una corsa alla tecnologia nucleare.

    Islamabad (AsiaNews/Agenzie) – Il Pakistan ha condotto "con successo" il primo lancio di un missile da crociera da un sottomarino, in grado di trasportare una testata nucleare. Il test è avvenuto ieri in una località non precisata nell’Oceano Indiano. Fonti militari riferiscono che il lancio accorda al Paese una “credibile capacità di secondo colpo” e si inserisce nella strategia di sviluppo “della politica della deterrenza”. Esperti sottolineano però che il test potrebbe inasprire ancora di più le tensioni con l’India, con cui fin dagli anni ’90 Islamabad ha ingaggiato una corsa agli armamenti nucleari per ribadire la supremazia nell’area.

    Il missile Babur-3 è stato lanciato da un sottomarino e ha una gittata di 450 chilometri. Si tratta di una variante del Ground Launched Cruise Missile (GLCM) Babur-2, già testato con successo a dicembre. I militari dichiarano che ha colpito un obiettivo con precisione accurata e confermano che potrebbe trasportare ordigni nucleari.

    Pakistan e India – ostili fin dalla divisione del 1947 – hanno condotto i primi test nucleari nel 1998 ed in seguito si sono lanciati in una continua rincorsa agli armamenti e alla tecnologia atomica.

    Secondo alcuni esperti, l’ultimo test potrebbe incrinare ancora di più i delicati equilibri nella regione, già messi a repentaglio a luglio con l’uccisione da parte di Delhi di un famoso separatista in Kashmir e il successivo attacco contro una base militare indiana, che ha provocato la morte di 18 soldati.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    06/12/2004 PAKISTAN - USA
    Musharraf: bin Laden è vivo, ma di lui nessuna traccia

    Il presidente pakistano a Washington discute sull'acquisto di armi per potenziare la difesa del paese.



    09/05/2008 PAKISTAN
    Islamabad risponde a Delhi: testato un nuovo missile nucleare
    L’esercito pakistano conferma le prove dell’Hatf-VIII, missile cruise in grado di montare ordigni nucleari. Due giorni fa, l’India aveva sperimentato un arma balistica con gittata pari a tremila chilometri, in grado di colpire Pakistan e Cina.

    08/05/2008 INDIA
    New Delhi mostra i muscoli e testa un missile nucleare che puo' colpire Cina e Pakistan
    L’Agni-III ha percorso 3mila chilometri in 13 minuti, ed ha colpito con precisione il suo bersaglio. Ha una capacita’ pari a 300 kilotoni. Per alcuni analisti, si tratta di un avvertimento a Cina e Pakistan.

    27/07/2007 PAKISTAN-INDIA
    Islamabad, sperimentato missile nucleare che può colpire il cuore dell’India
    L’arma può contenere testate atomiche e ha una gittata che le consente di colpire New Delhi. India e Pakistan hanno sottoscritto un accordo di pace quadriennale, ma continuano lo sviluppo della tecnologia bellica nucleare.

    20/07/2009 INDIA - USA
    Tra India e Usa nessun intesa sul clima, ma accordi su armi e programma spaziale
    Il segretario di Stato americano Hillary Clinton è in visita ufficiale in India. New Delhi rifiuta “obiettivi vincolanti di riduzione delle emissioni di gas serra”e sfuma l’accordo sul riscaldamento globale. Nella lotta al terrorismo l’India è un partner strategico per gli Usa, ma la Clinton afferma:“Il Pakistan continuerà a ricevere gli aiuti americani”.



    In evidenza

    LIBANO
    Trump, Marine Le Pen e il Medio oriente: il Libano contro muri e divisioni

    Fady Noun

    L’inizio della presidenza Trump ha segnato la “babelizzazione” della società americana. Ciascun Paese riversa il suo odio contro un nemico esterno. La crisi globale attuale ha radici religiose. Al cuore del caos vi è la minaccia jihadista. Laterza guerra mondiale non si vince con i droni, ma usando moderazione e promuovendo l’incontro e il confronto. 

     


    EGITTO – ISLAM
    Al Azhar sotto l’influenza dell’islamismo di Daesh

    Kamel Abderrahmani

    Le istituzioni religiose ufficiali e le università cosiddette islamiche sono la causa dell’immobilità del mondo musulmano. I programmi insegnati ad Al Azhar e la letteratura usata sono gli stessi che sono applicati sul terreno da tutti i terroristi armati. Nessun paragone possibile fra Al Azhar e il Vaticano. Il Vaticano ha ospitato musulmani irakeni e siriani che fuggivano la guerra. Al Azhar non ha fatto nulla per cristiani e Yazidi. La persecuzione verso Mohamed Nasr Abdellah, desideroso di modernizzare l’islam. Il commento di uno studente musulmano.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®