22 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  •    - Kazakistan
  •    - Kyrgyzstan
  •    - Tagikistan
  •    - Turkmenistan
  •    - Uzbekistan
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 31/12/2017, 12.32

    VATICANO

    Papa: Vicino ai copti ortodossi d’Egitto. Un ‘saluto speciale’ alle famiglie



    All’Angelus, papa Francesco prega per le vittime degli attentati al Cairo e perché “il Signore converta i cuori dei violenti”.  Per la Sacra Famiglia, “il figlio appartiene a Dio” e loro “sono i custodi della sua vita e non i proprietari”. Anche per le famiglie “ferite” o “segnate dal fallimento” si aprono strade “di risurrezione”. Ringraziare Dio per l’anno trascorso e per ogni bene ricevuto.

    Città del Vaticano (AsiaNews) – Papa Francesco ha espresso la sua “vicinanza ai fratelli copti ortodossi d’Egitto, colpiti due giorni fa da due attentati a una chiesa e a un negozio nella periferia del Cairo”. Gli attentati, rivendicati dallo Stato islamico, hanno fatto 10 morti e decine di feriti.

    Parlando ai pellegrini radunati in piazza san Pietro per la preghiera dell’Angelus, il pontefice ha aggiunto: “Il Signore accolga le anime dei defunti, sostenga i feriti, i familiari e l’intera comunità, e converta i cuori dei violenti”.

    Subito dopo egli ha voluto inviare un “saluto speciale alle famiglie qui presenti, e anche a quelle che partecipano da casa” alla preghiera mariana. “La Santa Famiglia – ha continuato - vi benedica e vi guidi nel vostro cammino”.

    Il ‘saluto speciale’ è legato al fatto che oggi si celebra la Festa della Sacra Famiglia, caratterizzata dall’essere una “famiglia nell’amore reciproco e nella fiducia in Dio”.

    In precedenza, commentando il vangelo della messa di oggi (Luca 2, 22-40), egli fa notare che Maria e Giuseppe «portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore». “I genitori di Gesù – continua - vanno al tempio per attestare che il figlio appartiene a Dio e che loro sono i custodi della sua vita e non i proprietari.  Questo gesto sottolinea che soltanto Dio è il Signore della storia individuale e familiare; tutto ci viene da Lui. Ogni famiglia è chiamata a riconoscere tale primato, custodendo ed educando i figli ad aprirsi a Dio che è la sorgente stessa della vita”.

    Il papa ha poi accennato alla “giovinezza interiore” testimoniata dai due anziani Simeone ed Anna.

    “Il vecchio Simeone, in particolare, ispirato dallo Spirito Santo dice a proposito del bambino Gesù: «Egli è qui per la caduta e la risurrezione di molti in Israele e come segno di contraddizione [...] affinché siano svelati i pensieri di molti cuori» (vv. 34-35).  Queste parole profetiche rivelano che Gesù è venuto per far cadere le false immagini che ci facciamo di Dio e anche di noi stessi; per ‘contraddire’ le sicurezze mondane su cui pretendiamo di appoggiarci; per farci ‘risorgere’ a un cammino umano e cristiano autentico, fondato sui valori del Vangelo. Non c’è situazione familiare che sia preclusa a questo cammino nuovo di rinascita e di risurrezione. Ogni volta che le famiglie, anche quelle ferite e segnate da fragilità, fallimenti e difficoltà, tornano alla fonte dell’esperienza cristiana, si aprono strade nuove e possibilità impensate”.

    Riferendosi poi alla frase del Vangelo in cui si dice che “Il bambino cresceva e si fortificava, pieno di sapienza, e la grazia di Dio era su di lui”, Francesco ha aggiunto: “Una grande gioia della famiglia è la crescita dei figli. Essi sono destinati a svilupparsi e fortificarsi, ad acquisire sapienza e accogliere la grazia di Dio, proprio come è accaduto a Gesù. Egli è veramente uno di noi: il Figlio di Dio si fa bambino, accetta di crescere, di fortificarsi, è pieno di sapienza e la grazia di Dio è sopra di Lui. Maria e Giuseppe hanno la gioia di vedere tutto questo nel loro figlio; e questa è la missione alla quale è orientata la famiglia: creare le condizioni favorevoli per la crescita armonica e piena dei figli, affinché possano vivere una vita buona, degna di Dio e costruttiva per il mondo.  È questo l’augurio che rivolgo a tutte le famiglie, accompagnandolo con l’invocazione a Maria, Regina della Famiglia”.

    Prima di concludere, il papa ha invitato tutti a ripensare con gratitudine all’anno trascorso: “Non dimentichiamoci in questa giornata di ringraziare Dio per l’anno trascorso e per ogni bene ricevuto. E ci farà bene prendere un po’ di tempo per ripensare a quante cose buone abbiamo ricevuto dal Signore. E se ci sono difficoltà, ringraziare anche per questo. Oggi è una giornata di ringraziamento”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    28/12/2014 VATICANO
    Papa: Preghiamo in silenzio per le famiglie che soffrono, non manchi loro aiuto concreto
    Nel giorno della festa della Sacra Famiglia, Francesco fa pregare in silenzio (e poi con un'Ave Maria) la piazza san Pietro a sostegno delle famiglie in difficoltà. Il pontefice ricorda l'importanza dei nonni e della solidarietà generazionale all'interno dei nuclei familiari. In conclusione un pensiero per l'aereo scomparso fra Singapore e Indonesia e per le persone in pericolo nelle acque dell'Adriatico: "Vi sono vicino con l'affetto e la preghiera".

    30/12/2012 VATICANO
    Papa: Le famiglie di tutto il mondo come la Santa Famiglia di Nazaret
    I genitori sono pieni di amore, fedeltà, dedizione e non sono "i padroni dei loro figli", ma i custodi. L'esempio personale per comunicare la fede. "La preoccupazione di Maria e Giuseppe per Gesù è la stessa di ogni genitore che educa un figlio, lo introduce alla vita e alla comprensione della realtà".

    26/12/2004 VATICANO
    Il Papa: "politici difendano la famiglia fondata sul matrimonio"


    04/10/2014 VATICANO - MEDIO ORIENTE
    Vaticano: Stato islamico, il mondo non può tacere. Ma la risposta non è solo nelle armi
    Si è conclusa la riunione convocata da papa Francesco dei Nunzi in Medio Oriente: “Non ci si può rassegnare alla scomparsa dei cristiani da questa area, dove da 2mila anni vivono e confessano il nome di Gesù. Vogliono continuare a contribuire al bene della società”. Tutte le minoranze a rischio “devono poter restare nelle loro case e tornarci se sono stati costretti a fuggire”.

    09/12/2013 VATICANO-EGITTO-MEDIO ORIENTE
    Papa: pace e libertà religiosa per i copti egiziani, la Terra Santa e tutto il Medio Oriente
    Francesco ha concelebrato con il patriarca di Alessandria dei Copti cattolici, Ibrahim Isaac Sidrak. Riconoscere "il diritto per i cristiani di vivere serenamente là dove sono nati, nella patria che amano come cittadini da duemila anni, per contribuire come sempre al bene di tutti".



    In evidenza

    EGITTO-LIBANO
    Al Cairo, musulmani e cristiani si incontrano per Gerusalemme, ‘la causa delle cause’

    Fady Noun

    Si è tenuta il 16 e 17 gennaio all’istituto sunnita al-Azhar. Hanno preso parte molte personalità del Libano, fra cui il patriarca maronita Bechara Raï. I mondo arabo diviso fra “complice passività” e “discorsi rumorosi ma inefficaci”. Ex-premier libanese: coordinare le azioni per una maggiore efficienza al servizio di una “identità pluralistica di Gerusalemme” e della “libertà religiosa”. Card. Raï: serve preghiera congiunta, la solidarietà interreligiosa islamico-cristiana in tutto il mondo arabo e sostenere i palestinesi.


    CINA
    Yunnan: fino a 13 anni di prigione per i cristiani accusati di appartenere a una setta apocalittica



    Le setta in questione è quella dei Tre gradi del Servizio, un gruppo pseudo-protestante sotterraneo fondato nell’Henan e diffuso soprattutto nelle campagne. I condannati rivendicano di essere solo cristiani e di non sapere nulla della setta. Gli avvocati difensori minacciati della revoca della loro licenza.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®