23/10/2013, 00.00
SIRIA-QATAR-LIBANO
Invia ad un amico

Patriarca maronita in Qatar per la sorte dei due vescovi ortodossi rapiti

Il card. Rai chiede alle autorità di Doha di collaborare al loro rilascio. Missione in Siria del capo della sicurezza libanese. Dubbi sulla sorte dei due vescovi e di p. Dall'Oglio.

Beirut (AsiaNews/Agenzie) - Il patriarca maronita Bechara Rai è da ieri in Qatar, in una visita ufficiale su invito dello sceicco Tamim bin Hamad al-Thani. Con le autorità qatariote egli solleverà il problema dei due vescovi ortodossi rapiti in Siria lo scorso aprile e chiederà la loro cooperazione. Il Qatar è fra gli sponsor militari delle truppe ribelli al presidente siriano Bashar Assad.

 "Spero - ha detto il patriarca - che le autorità del Qatar useranno tutta la loro influenza per svelare cosa è successo ai  due vescovi, insieme a quello di altri tre sacerdoti che sono stati rapiti e di cui non si conosce il destino".

In questi stessi giorni il capo della sicurezza libanese, gen. Abbas Ibrahim si è recato in Siria per trovare il modo di far liberare i due vescovi.

I due vescovi di Aleppo, mons. Youhanna Ibrahim siro-ortodosso,  e Boulos Yazigi, greco-ortodosso, sono stati rapiti il 22 aprile scorso vicino a Kafr Dael, una città del nord in mano ai ribelli. Da allora vi è silenzio sulla loro sorte, e spesso emergono notizie contrastanti sulla loro liberazione o sulla loro morte.

Lo stesso avviene per il gesuita italiano Paolo Dall'Oglio, scomparso verso la fine del luglio scorso, mentre cercava la riconciliazione fra fazioni islamiste e laiche ribelli. Alcune voci dicono che egli sia morto; altre, da parte ribelle, affermano che egli è "ospite" dello "Stato islamico dell'Iraq e del Levante", un gruppo di islamisti radicali legati ad al Qaeda.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Beirut, mons. Kourié: i due vescovi rapiti in Siria nel 2013 sono ancora vivi
24/04/2017 11:16
Prima visita ufficiale in Libano di Ignazio Efrem II, patriarca siro-ortodosso
09/11/2015
Patriarca Sako: Cristiani d'Oriente, uniti e fermi nella fede davanti alla sfida dell'estremismo religioso
30/09/2013
Lahore, intellettuali scagionati dall’accusa di blasfemia. La soddisfazione degli attivisti
02/01/2018 15:06
Mons. Zenari: preghiere a Beirut e Damasco per vescovi e sacerdoti rapiti. Timori sulla loro sorte
20/04/2015