27 Luglio 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 08/09/2016, 08.59

    PAKISTAN – INDIA

    Premio Nobel Malala: Onu, Pakistan e India trovino una soluzione sul Kashmir



    Il Nobel per la Pace ha lanciato un appello a fermare le violenze. Ieri ci sono stati altri 100 feriti, che si aggiungono ai 1.500 degli ultimi due mesi; 60 le persone rimaste uccise. “Il  mio cuore è vicino ai miei fratelli e sorelle del Kashmir”.

    Islamabad (AsiaNews) – Il Premio Nobel per la pace Malala Yousafzai, di nazionalità pakistana, ha lanciato un appello affinchè Onu, comunità internazionale, India e Pakistan trovino al più presto una soluzione sulla questione del Kashmir, dove da settimane proseguono disordini di massa e uccisioni. Malala ha affermato che “la popolazione del Kashmir, così come altre popolazioni ovunque nel mondo, merita di vedere riconosciuti i propri diritti fondamentali. Essa deve vivere libera dalla paura e dalla repressione”.

    Il Kashmir è un territorio conteso da India e Pakistan fin dalla separazione del 1947. I numerosi tentativi di stabilire l’indipendenza e un conflitto latente e serrato hanno provocato decine di migliaia di morti, la maggior parte tra i civili.

    Di recente è scoppiata una nuova protesta in seguito all’uccisione di un famoso leader separatista che combatteva per l’indipendenza dello Stato dalla Federazione indiana. La morte di Burhan Wani, militante del gruppo Hizbul Mujahideen divenuto celebre per le sue imprese pubblicate sui social network, ha scatenato un’ondata di risentimento in tutto il territorio.

    L’appello di Malala giunge dopo l’iniziativa di un gruppo di imam, che subito dopo lo scoppio delle violenze ha incontrato Rajnath Singh, ministro dell’Interno del governo indiano, e si è reso disponibile a fare mediatore tra le parti.

    Nel frattempo, solo nella giornata di ieri si sono registrati altri 100 feriti, che si sommano ai 1.500 degli ultimi due mesi e ai 60 morti. Anche se il coprifuoco imposto dalle autorità di Delhi è stato eliminato in alcune zone del territorio, le strade sono escluse al traffico e le restrizioni per gli spostamenti permangono ancora.

    Scuole, negozi, uffici sono chiusi. In alcune parti, i bambini riescono a studiare solo grazie all’opera di volontari, che hanno allestito dei centri di fortuna nelle proprie abitazioni private o nelle moschee, in modo da garantire la continuità dell’insegnamento.

    La giovane attivista pakistana ha sottolineato: “Tanti bambini solo lontani dalle loro classi. Io sono al fianco del popolo del Kashmir. Il mio cuore è sempre stato vicino ai miei 14 milioni di sorelle e fratelli”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    13/10/2014 INDIA
    Satyarthi e Malala, il loro Nobel anche per i bambini cristiani del Kandhamal
    Il presidente del Global Council of Indian Christians spera che questo riconoscimento porti giustizia alle piccole vittime dei pogrom dell'Orissa del 2008. La testimonianza di Lenin Raghuvanshi, attivista per i dalit e amico di Kailash Satyarthi.

    10/10/2014 NORVEGIA - PAKISTAN
    Cristiani e musulmani pakistani: il Nobel a Malala aiuta la lotta per i diritti umani nel Paese
    La 17enne pakistana Malala Yousafzai e l’attivista indiano Kailash Satyarthi vincitori dell’edizione 2014 del premio. Il comitato ha riconosciuto la loro “lotta contro la repressione dei bambini e dei giovani e per i diritti di tutti i bambini all’istruzione”. Paul Bhatti: "Simbolo di speranza per tutti ed esempio nella battaglia contro il fondamentalismo".

    19/01/2006 INDIA - PAKISTAN
    India - Pakistan: accordo per una seconda linea di autobus in Kashmir

    Dopo i colloqui di pace conclusi ieri, i due Paesi hanno deciso di aprire una seconda linea di autobus nel conteso Kashmir. Ma le divisioni sulla questione sembrano ancora  profonde.



    04/10/2016 11:40:00 INDIA – PAKISTAN
    Vescovi indiani: Preghiamo per la pace in Kashmir

    Parlano il card. Oswald Gracias, presidente della Conferenza dei vescovi di rito latino, e mons. Kuriakose Bharanikulangara, arcivescovo di Faridabad. La contesa tra separatisti ed esercito indiano rischia di innescare un conflitto disastroso tra India e Pakistan, entrambi dotati di armi nucleari.



    01/02/2013 PAKISTAN – NORVEGIA
    Oslo candida Malala Yousafzai al Nobel per la pace 2013
    Esponenti del partito di governo hanno presentato in via ufficiale la richiesta. La giovane attivista pakistana, vittima della violenza talebana, ha condotto una “coraggiosa battaglia” per “il diritto allo studio delle ragazze”. Ancora oggi è sottoposta a cure mediche per le ferite alla testa causate dai proiettili. Blogger pakistano: “Allah ti protegga e benedica”.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    I 60 anni dell’Associazione patriottica cinese: la Chiesa sottomessa alla politica

    Shan Ren Shen Fu (山人神父)

    Sebbene in tono basso - forse per i dialoghi col Vaticano - è risuonato ancora lo slogan per una Chiesa “autonoma” e “indipendente” (dalla Santa Sede) e sottomessa in tutto alla politica del Partito. I vescovi ufficiali muoiono come “funzionari di Stato”, lontani dai fedeli. Alcuni sono richiesti di iscriversi al Partito che obbliga i suoi membri all’ateismo. Fra i vescovi ufficiali mancano “testimoni”, ma vi sono alcuni “opportunisti”. L'opinione di un sacerdote della Chiesa ufficiale.


    VATICANO
    Papa: appello per “moderazione e dialogo” a Gerusalemme



    All’Angelus Francesco, preoccupato per le violenze in atto nella Città santa, invita a pregare  preghiera “affinché il Signore ispiri a tutti propositi di riconciliazione e di pace”. Il male e il bene sono “intrecciati” in ognuno di noi e non spetta all’uomo distinguere né giudicare.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®