24 Aprile 2014 AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook            

Aiuta AsiaNews | Chi siamo | P.I.M.E. | | Rss | Newsletter




Dona
Il 5 x mille
ai missionari del PIME



mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato
invia ad un amico visualizza per la stampa


» 16/07/2012 12:19
PAKISTAN
Punjab, cristiani condannano l’uccisione per blasfemia di un musulmano
di Imran Morris
Tremila persone, molti provenienti da madrasse, hanno dato fuoco a Ghulam Abbas per aver strappato le pagine del Corano. La vittima era un disabile mentale. Attivista cristiano: sconvolgente il silenzio di autorità e polizia.

Lahore (AsiaNews) - Cristiani pakistani condannano il silenzio del governo del Punjab sulla morte di Ghulam Abbas, un musulmano disabile mentale bruciato vivo da 3mila persone per blasfemia. Per Safraz Clement, cristiano e attivista sociale, "è sconvolgente che la polizia non abbia arrestato ancora nessuno, nonostante esista una denuncia a carico degli aggressori".

La vittima, un mendicante sui 40 anni, aveva strappato alcune pagine del Corano ed era stato arrestato dalla polizia di Chani Ghot (regione meridionale del Punjab) per essere sottoposto a un interrogatorio. Diffusasi la notizia del suo gesto tra le moschee della regione, nel giro di poche ore circa 3mila persone si sono radunate dinanzi alla stazione di polizia, chiedendone la morte. Composta per lo più da studenti delle madrasse locali, la folla è diventata violenta e ha fatto irruzione nell'edificio, ferendo sette agenti e bruciando diverse automobili. Una volta trovato l'uomo, gli aggressori lo hanno trascinato fuori, pestato a sangue e infine gli hanno dato fuoco.

I cristiani notano come la legge contro la blasfemia è ormai diventata una patente per uccidere, dal momento che è sufficiente l'accusa di aver insultato il Corano o il profeta Maometto  per diventare vittima di fondamentalisti. 

 


invia ad un amico visualizza per la stampa

Vedi anche
16/04/2011 PAKISTAN
Punjab, musulmani attaccano un villaggio cristiano
di Jibran Khan
02/07/2009 PAKISTAN
Centinaia di musulmani assaltano le case di 100 cristiani nel Punjab
di Qaiser Felix
13/04/2011 PAKISTAN
Asia Bibi: accendete una candela per lei il 20 aprile, chiede la Fondazione cristiana del Pakistan
di Jibran Khan
20/01/2011 PAKISTAN
Giustizia e pace: governo pakistano deludente nella lotta contro il fondamentalismo
18/01/2011 PAKISTAN
Punjab: Asia Bibi presto trasferita in un carcere femminile a Multan
di Jibran Khan

In evidenza
ITALIA - ASIA
Pasqua, la vittoria sulla morte e l'impotenza
di Bernardo Cervellera
SIRIA
Gesuita siriano: Mi manchi, p. Frans. Hai ispirato tutti noi
di Tony Homsy*Un giovane sacerdote della Compagnia ricorda la vita e l'operato di p.Frans van der Lugt, ucciso a Homs dopo aver rifiutato di abbandonare la popolazione piagata da fame e guerra: "Ha dato e continua a dare tutto per la Chiesa, per la Siria, per la pace. La sua testimonianza e le sue doti ne hanno fatto un missionario e un testimone del Vangelo eccezionale". Per gentile concessione del "thejesuitpost" (traduzione a cura di AsiaNews).
FRANCIA - IRAQ
Patriarca caldeo: il futuro fosco dei cristiani d'Oriente, ricchezza in via di estinzione per Occidente e Islam
di Mar Louis Raphael I SakoLe guerre in Iraq, Libia e Afghanistan hanno peggiorato la condizione dei popoli, in particolare le minoranze. Le politiche fallimentari promosse dall'Occidente. Cresce il fondamentalismo, la Primavera araba svuotata dagli estremismi. Il ruolo delle autorità musulmane nella tutela di diritti e libertà religiosa. La presenza dei cristiani in Medio oriente è fondamentale per i musulmani.

Dossier

by Giulio Aleni / (a cura di) Gianni Criveller
pp. 176
by Lazzarotto Angelo S.
pp. 528
by Bernardo Cervellera
pp. 240
Copyright © 2003 AsiaNews C.F. 00889190153 Tutti i diritti riservati: è permesso l'uso personale dei contenuti di questo sito web solo a fini non commerciali. L'utilizzo per riprodurre, pubblicare, vendere e distribuire può avvenire solo previo accordo con l'editore. Le foto presenti su AsiaNews.it sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate