29 Giugno 2016
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  •    - Arabia Saudita
  •    - Bahrain
  •    - Emirati Arabi Uniti
  •    - Giordania
  •    - Iran
  •    - Iraq
  •    - Israele
  •    - Kuwait
  •    - Libano
  •    - Oman
  •    - Palestina
  •    - Qatar
  •    - Siria
  •    - Turchia
  •    - Yemen
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est

  • mediazioni e arbitrati, risoluzione alternativa delle controversie e servizi di mediazione e arbitrato


    » 07/03/2011, 00.00

    EGITTO

    Rivoluzione dei Gelsomini, cresce il potere dei Fratelli musulmani



    Fonti di AsiaNews vedono la mano degli estremisti islamici negli assalti lanciati in questi giorni contro caserme di polizia e uffici dei servizi segreti. Essi avrebbero bruciato documenti e fascicoli relativi alle loro attività e pilotato parte dell’informazione. Secondo altre fonti, gli estremisti restano una minoranza e fra la popolazione è alto l’interesse per il futuro del Paese. Preoccupa la totale mancanza di sicurezza.
    Il Cairo (AsiaNews) – “I Fratelli musulmani stanno prendendo tutti i frutti della rivoluzione dei gelsomini, che invece era iniziata come una manifestazione genuina di tutti gli egiziani, cristiani e musulmani”. E’ quanto afferma una fonte di AsiaNews, anonima per motivi di sicurezza. La fonte sottolinea che  gruppi estremisti legati ai Fratelli musulmani hanno assaltato e bruciato tutti i centri di polizia e gli uffici dei servizi segreti, per distruggere le cartelle informative sulle loro attività. Ciò contraddice la versione data in questi giorni dai media internazionali, secondo cui i manifestanti avrebbero assaltato caserme e uffici per fermare la distruzione di documenti relativi a torture e persecuzioni dei dissidenti avvenuti durante il regime di Mubarak.

    Secondo la fonte, la totale assenza di forze di sicurezza mette a rischio la vita di molti cristiani, come dimostra il recente assalto contro la comunità copta del villaggio di Soul, dove i musulmani hanno bruciato una chiesa e costretto alla fuga migliaia di persone.  

    “L’occidente – afferma – deve mantenere l’attenzione sull’Egitto. L’intervento attivo di Europa e comunità internazionale, ad esempio nel riconoscere o meno un governo, potrà orientare in modo positivo i frutti della rivoluzione dei gelsomini”.   

    Anche altre fonti ammettono che il futuro della rivoluzione è incerto. “Il Paese – dicono – resta immerso nel caos”, ma la vita è ripresa al Cairo e nelle principali città egiziane; scuole e uffici hanno ripreso la loro attività. Il problema più cocente è che “non vi è sicurezza e non si sa dove andrà il Paese”. In questa situazione "i Fratelli musulmani, molto organizzati, potrebbero sfruttare il clima di incertezza  per prendere il potere. Ma essi sono una minoranza e i giovani sono tuttora molto attivi nella società e desiderosi di trasformare il Paese in modo democratico".  (S.C.)

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    27/05/2011 EGITTO
    L’esercito restaura la chiesa copta di Imbaba incendiata dai salafiti
    Le autorità sperano di portare a termine il lavoro entro tre mesi. Ancora a piede libero gli autori del gesto. Fonti di AsiaNews denunciano il doppio gioco dei militari, accusati di favorire le azioni degli estremisti islamici.

    05/05/2011 EGITTO
    I Fratelli musulmani, un pericolo maggiore di Bin Laden
    Il gruppo fondamentalista acquista sempre più spazio sui media e minaccia cristiani e musulmani moderati che appoggiano un governo laico. La paura di un regime islamico spinge anche la popolazione musulmana a emigrare in occidente.

    09/05/2011 EGITTO
    L’Egitto verso la guerra civile. Un appello alla comunità internazionale
    Il portavoce delle Chiese cattoliche egiziane invita la comunità internazionale a intervenire per evitare la salita al potere di un regime islamico. L’esercito blinda la capitale per prevenire nuovi scontri fra cristiani e musulmani. Chi fomenta l’odio interreligioso rischia la pena di morte.

    21/07/2011 EGITTO
    Egitto, l’inquietante "no" dei militari a osservatori internazionali durante le elezioni
    Il voto rischia di trasformarsi in una farsa per mantenere lo status quo e favorire i Fratelli Musulmani. Magistrati e funzionari impreparati nel far rispettare le regole di trasparenza. Non convince la nuova legge elettorale varata dall’esercito. Eliminate le quote rosa dal parlamento.

    26/01/2013 EGITTO
    Egitto, ancora scontri fra polizia e manifestanti: 12 morti e quasi 500 feriti
    E' il secondo anniversario della Rivoluzione dei gelsomini. Gli scontri più gravi a Suez, dove l'esercito ha blindato l'ingresso al canale. Il presidente Mohamed Morsi minaccia di usare il pugno di ferro contro i responsabili delle violenze. Port Said in fiamme dopo il verdetto sul massacro di tifosi del 2 febbraio 2012. Assaltate le caserme di polizia.



    In evidenza

    CINA - VATICANO
    Confusione e polemiche per il silenzio del Vaticano sul caso di mons. Ma Daqin di Shanghai

    Bernardo Cervellera

    Per alcuni l’articolo di mons. Ma con cui elogia l’Associazione patriottica, riconoscendo i suoi “errori”, è solo “fango”. Per altri egli si è umiliato “per il bene della sua diocesi”. Molti esprimono perplessità per il silenzio della Santa Sede: silenzio sul contenuto dell’articolo; silenzio sulla persecuzione subita dal vescovo di Shanghai. Il sospetto che in Vaticano si vede bene lo svolgimento del “caso” Ma Daqin che però fa emergere un problema: la Lettera di Benedetto XVI (con cui dichiara l’AP non compatibile con la dottrina cattolica) è abolita? E chi l’ha abolita? Il rischio di una strada di compromessi senza verità.


    CINA - VATICANO
    Mons. Ma Daqin: il testo della sua “confessione”

    Mons. Taddeo Ma Daqin

    Con un articolo pubblicato sul suo blog, il vescovo di Shanghai, dimessosi dall’Associazione patriottica quattro anni fa, sembra “confessare” il suo errore e esalta l’organismo di controllo della Chiesa. Riportiamo qui il testo quasi integrale del suo intervento. Traduzioni dal cinese a cura di AsiaNews.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®