24 Aprile 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 18/04/2017, 13.52

    INDIA

    Tamil Nadu, la polizia interrompe una Via crucis di cristiani dalit (Video)

    Nirmala Carvalho

    Gli agenti sono saliti sull’altare e impedito la prosecuzione delle celebrazioni del Venerdì Santo. Funzionario locale: “I dalit hanno già una chiesa nel loro villaggio”. Leader cristiano: “Da quando il premier Modi è al potere, si sono moltiplicati gli attacchi contro le minoranze”.

    Chennai (AsiaNews) – Nel giorno del Venerdì Santo la polizia del Tamil Nadu ha impedito ad un centinaio di cristiani dalit di scalare una collina per effettuare la Via crucis. È successo nell’area di Thirukazhukundram, famosa per un tempio dedicato al dio Shiva. Qui lo scorso 14 aprile gli agenti sono saliti sull’altare (v. video) e interrotto le celebrazioni. V.P. Jeyaseelan, funzionario di Chengalpet, riferisce che l’area era stata dichiarata “zona inaccessibile” e che l’incidente è dovuto ad una disputa di lungo corso tra i residenti di Sogandi e quelli di Alagusamudram. Ad AsiaNews Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), condanna “l’attacco sacrilego. Il comportamento sacrilego dei radicali è inaccettabile. Chiediamo alla Commissione nazionale per i diritti umani di aprire un caso contro la polizia e le autorità che sono rimaste spettatori silenti di tale riprovevole attacco d’odio che ha ferito i sentimenti di centinaia di cristiani”.

    Il funzionario Jeyaseelan ha spiegato che “i cristiani dalit di Sogandi avevano ricevuto il permesso di celebrare la funzione alle pendici del monte, ma poi la situazione è degenerata quando questi hanno imbracciato le croci e provato a risalire la collina”. Egli riporta inoltre che i dalit in precedenza “avevano installato alcune statue, ma le abbiamo demolite il 31 dicembre dopo che gli indù di Alagusamudram si sono opposti. Abbiamo anche organizzato due comitati per riportare la pace, che però non hanno condotto a risultati amichevoli”. Jeyaseelan aggiunge che i cristiani di Sogandi “hanno già una chiesa nel loro villaggio. Erano stati avvertiti che non avrebbero dovuto trasgredire il divieto, ma essi sostengono di avere da più di 10 anni una struttura religiosa in cima al monte. Per questo avremmo dovuto consentire loro l’accesso”.

    Sajan K George lamenta che “l’India combatte da tempo per proteggere le minoranze religiose, nonostante il Paese si dichiari laico, democratico e pluralistico”. Al contrario, esiste “un clima di impunità. Da quando il premier Narendra Modi è salito al potere nel 2014 si sono moltiplicati gli incidenti di natura religiosa e le violenze settarie”. Le minoranze, conclude, “sono vittime di conversioni forzate, politiche di ‘Ghar Wapsi’ [ritorna a casa, cioè all’induismo – ndr] da parte di gruppi nazionalisti indù come il Rashtriya Swayamsevak Sangh (Rss)”.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/04/2017 14:49:00 INDIA
    Mons. Mascarenhas: I vescovi indiani condannano l’interruzione della Via crucis in Tamil Nadu

    Nel giorno del Venerdì Santo la polizia ha interrotto la messa e impedito ai fedeli di portare la croce in cima alla collina. In precedenza gli agenti hanno demolito statue e croci disseminate sul pendio. Ma il versante opposto della collina è invaso da templi indù.



    28/08/2012 INDIA
    Tamil Nadu, nazionalisti indù aggrediscono una comunità anglicana. Un morto
    Le violenze sono avvenute nel villaggio di Sasthancode e nella città di Nadaikavu (distretto di Kanyakumari). Attivisti della Rashtriya Swayamsevak Sangh (Rss) hanno prima attaccato i cristiani durante un servizio di preghiera, poi tentato di distruggere un negozio. Per timore di nuove violenze, la polizia ha schierato più di 1000 agenti nell’area.

    18/11/2014 INDIA
    Tamil Nadu, 100 radicali indù attaccano una comunità cristiana
    Quattro persone, tra cui il reverendo, sono ricoverate in condizioni gravi. Gli estremisti hanno tentato di aggredirle anche in ospedale. Dissacrato l'altare e un Bibbia, distrutto i veicoli della comunità. Global Council of Indian Christians (Gcic): "Violenze che diffondono una cultura che ritiene illegittime le conversioni religiose".

    07/08/2014 INDIA
    Tamil Nadu, radicali indù picchiano donne e bambini di una comunità pentecostale
    Il Global Council of Indian Christians (Gcic) denuncia ad AsiaNews l'ennesima aggressione subita dalla minoranza cristiana. Un gruppo di estremisti ha interrotto un servizio di preghiera e pestato con spranghe di ferro il reverendo e i fedeli presenti.

    13/08/2013 INDIA
    Chief minister del Tamil Nadu: I dalit cristiani siano uguali a quelli indù
    J Jayalalitha, di famiglia brahminica e induista, ha chiesto al primo ministro indiano di concedere anche ai dalit cristiani i diritti previsti dalla legge sulle caste. In base alla Costituzione sulle Scheduled Caste (Sc) solo gli “intoccabili” indù, sikh e buddisti godono di facilitazioni di tipo economico, educativo e sociale.



    In evidenza

    CINA-VATICANO
    Sequestrato mons. Pietro Shao Zhumin, vescovo (sotterraneo) di Wenzhou

    Bernardo Cervellera

    La pubblica sicurezza non comunica il luogo in cui è stato portato. Ma hanno permesso ai fedeli di consegnare alcuni vestiti per il loro pastore. Il vescovo non potrà celebrare Pasqua coi suoi fedeli. Pressioni sul prelato per farlo aderire all’Associazione patriottica. Un destino simile a quello di mons. Guo Xijin. Pressioni anche sulla Santa Sede.


    CINA-VATICANO
    Scomparso da 4 giorni mons. Guo Xijin, vescovo sotterraneo di Mindong

    Wang Zhicheng

    È stato sequestrato dopo una visita all’Ufficio affari religiosi di Fuan. La Pubblica sicurezza lo ha portato in un luogo sconosciuto per farlo “studiare e imparare”. I fedeli pensano che essi vogliano costringerlo a iscriversi all’Associazione patriottica. Al suo rifiuto, è forse possibile che gli proibiscano di ritornare in diocesi. Demolita una chiesa cattolica a Fuan.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®