28/03/2017, 11.37
HONG KONG – CINA
Invia ad un amico

Carrie Lam in visita agli uffici di Pechino ad Hong Kong

di Paul Wang

Visita “di cortesia”, non ”di gratitudine”  per averla sostenuta nelle elezioni. La promessa di mantenere saldo il principio “una nazione, due sistemi”. “Preoccupante” l’influenza di Pechino.

Hong Kong (AsiaNews) – Carrie Lam, il nuovo capo dell’esecutivo, vincitrice delle elezioni di tre giorni fa, domani o al più presto farà visita agli uffici della Cina nel territorio di Hong Kong. Si tratta del Liason Office, che cura tutti i rapporti fra le due entità; l’Ufficio del commissario del Ministero cinese degli esteri, che cura i rapporti fra Hong Kong e i Paesi stranieri; la sede dell’Esercito per la liberazione del popolo, per la sicurezza del territorio.

Carrie Lam, che lavorava nell’esecutivo di Hong Kong da diversi anni, è giudicata da molti come “la candidata di Pechino”, che la Cina ha sostenuto nelle elezioni. Secondo diversi giornali di Hong Kong, il Liason Office ha svolto una forte pressione sul Comitato elettorale per la vittoria della Lam. In un’intervista alla radio locale, la Lam ha voluto precisare che la visita non è un segno di gratitudine verso la Cina, ma una visita di cortesia.

Lam ha anche promesso che il suo governo terrà fede al principio di “una nazione, due sistemi”, che permette ad Hong Kong di avere un alto grado di autonomia e un sistema diverso da quello della Cina. “Con questo alto grado di autonomia, il governo [di Hong Kong] sarà responsabile del proprio lavoro. Guardo a questo come il principio-guida del nuovo governo”.

Dal 1997, da quando Hong Kong è ritornata alla Cina, i governi hanno spesso richiesto l’intervento di Pechino, sulla cittadinanza per i figli di hongkonghesi che vivono in Cina (rifiutata da Pechino), o sul grado di democrazia del territorio. Secondo diversi esperti di diritto, l’influenza di Pechino nel territorio sta diventando “preoccupante”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Il Card. Tong a Carrie Lam: La Chiesa per la piena democrazia e la libertà religiosa di Hong Kong
30/03/2017 11:30
Il primo giorno di Carrie Lam. A processo i leader di Occupy Central
27/03/2017 10:54
Il nuovo capo dell’esecutivo incontra il card. Tong
07/04/2017 14:48
Elezioni per il governatorato di Hong Kong, l’analisi di Chit Wai John Mok
29/03/2017 12:01
Hong Kong, il governo chiude le porte al suffragio universale
22/04/2015


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”