09/09/2010, 00.00
CINA
Invia ad un amico

Chen Guangcheng, attivista cieco, libero dopo oltre 4 anni di prigione

Aveva denunciato le violenze legate alla legge sul figlio unico, con aborti forzati e sterilizzazioni nello Shandong. In prigione si è ammalato ma non ha avuto il permesso di curarsi. In questi anni, sua moglie ha subito arresti domiciliari e isolamento, telefoni controllati e internet sconnesso.
Pechino (AsiaNews/Chrd) – Il noto attivista per i diritti umani, l’avvocato cieco Chen Guangcheng, è stato rilasciato oggi dalla prigione di Linyi (Shandong) dopo aver scontato una condanna di quattro anni e tre mesi. Chen era stato processato per “danno alla proprietà e raduno di folla con disturbo al trasporto pubblico”. In realtà egli aveva denunciato aborti forzati e sterilizzazioni nelle campagne di controllo per la popolazione. Aveva anche aiutato la popolazione locale a documentare le violenze della legge sul figlio unico e a perseguire gli autori. Le sue denunce avevano generato manifestazioni pubbliche.
 
Chen, 39 anni, è giunto a casa sua alle 6 di questa mattina, trasportato dalle autorità della prigione. Secondo i suoi amici e sostenitori egli appare provato, debole e magro. Dal 2008 in prigione ha sofferto di gastroenterite cronica, ma non gli è mai stato concesso di curarsi. Talvolta è stato anche picchiato da altri prigionieri.
 
Incontrando stamane amici e parenti, Chen ha dichiarato: “Non sono cambiato per nulla… Voglio ringraziare tutti gli amici che si sono preoccupati di me”.
 
Sua moglie Yuan Weijing è stata sempre vicina a lui. A causa di ciò anche lei ha subito controlli, arresti domiciliari e isolamento. In questi anni giornalisti o visitatori che osavano recarsi da lei sono stati bloccati e picchiati dalla polizia; il suo telefono è tenuto sotto controllo e la sua linea internet è stata tagliata negli ultimi quattro anni.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Chen Guangcheng: La Apple blocchi gli aborti forzati in Cina
12/09/2012
Costretto alla vasectomia perché padre di tre figli nel primo matrimonio
15/02/2017 09:02
Il figlio unico: la violenza dello Stato cinese contro donne e bambini
01/05/2015
Massiccia campagna di opinione contro gli arresti domiciliari di Chen Guangcheng, l’attivista cieco
11/11/2011
Neonato gettato nel water, sopravvive nel tubo della fogna, salvato dai pompieri. Il video
28/05/2013


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”