21/07/2005, 00.00
INDIA
Invia ad un amico

Croci dissacrate a Goa

di Nirmala Carvalho

Goa (AsiaNews) – Quattro casi di dissacrazione di croci, 3 nell'arco di 7 giorni nella sola parrocchia di Ponda, nello Stato di Goa, ex colonia portoghese sulla costa occidentale indiana. "Si tratta di atti vandalici che nascondono uno scopo: gettare il seme del sospetto fra gli abitanti", è quanto ha dichiarato p. Loiola, segretario dell'arcivescovo di Goa e Daman, mons. Filipe Neri Ferrão, patriarca delle Indie Orientali. "Ci sono stati casi di violenza in diverse zone dello stato – ha continuato padre Loiola – ma mons. Ferrão ha rifiutato di considerare questi vandalismi come atti di violenza conclamata contro i cristiani, tanto da delegare al parroco le richieste nei confronti dell'amministrazione statale".

Due croci sono state colpite nella notte fra il 13 e il 14 luglio. Quella nei pressi della cappella del Carmelo è stata completamente distrutta, l'altra è stata danneggiata e si trova all'interno di una proprietà privata. Questa settimana a Farmagudi è stata trovata un'altra croce danneggiata e ad allarmare è la vicinanza temporale con gli altri due vandalismi. Alcune settimane fa una croce è stata danneggiata a Opa.

Il territorio del piccolo stato di Goa è disseminato di croci, lungo le strade e in proprietà private. I cristiani vi si riuniscono per recitare le litanie a maggio, in occasione della festa locale della Santa Croce. Questi atti non hanno tuttavia dato adito a tensioni fra le comunità religiose, tutte unite nel condannarli. "La Chiesa e il clero sono molto rispettati a Goa – ha aggiunto padre Loiola – visto anche che persone di tutte le fedi considerano molto prestigiose e valide le nostre istituzioni scolastiche. A Ponda la maggioranza è indù e le forze dell'ordine stanno verificando se si tratta di un caso di odio religioso o di una semplice faida fra famiglie. È comunque troppo presto per etichettare il fenomeno come un attacco fondamentalista contro la Chiesa Cattolica, anche se ammetto che ci sono stati casi di intolleranza religiosa contro i cristiani".
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
India, p. Agnos, prete cattolico tribale, "martire della pace"
13/09/2005
Cattolici indiani preoccupati per le violenze contro le minoranze
15/10/2004
Vescovo dell’Orissa: contro la violenza dialogo e preghiera
30/11/2004
Rajasthan, organizzazioni cristiane contro l'approvazione della legge anti-conversione
19/04/2006
Leader indù: "Conversioni e missionari, il pericolo più grande per la nostra società"
11/04/2006


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”