13/05/2006, 00.00
COREA DEL SUD - COREA DEL NORD
Invia ad un amico

Corea: dopo 56 anni, riprendono i collegamenti ferroviari tra nord e sud

di Theresa Kim Hwa-young

Fonti ufficiali annunciano per il 25 maggio le prime "prove". Ancora nessuna data precisa per l'inaugurazione delle linee che attraverseranno il confine. 

Seoul (AsiaNews) – A partire dal prossimo 25 maggio, per la prima volta dalla guerra di Corea, 56 anni fa, cominceranno le prove per ripristiare il collegamento ferroviario tra il nord e il sud. Lo ha reso noto oggi il ministro sudcoreano per la Riunificazione, il quale ha precisato che si tratta delle ultime prove prima dell'inaugurazione ufficiale. I rappresentanti delle due parti non hanno, però, ancora fissato la data di tale storico evento.  

La sicurezza dei collegamenti ferroviari e stradali tra le due Coree sarà al centro del quarto round di colloqui tra militari di Seoul e Pyongyang, annunciato ieri dal ministro sudcoreano della Difesa. Gli incontri, che si terranno dal 16 al 18 maggio a Panmunjom – villaggio in Corea del Sud dove è stata firmata la tregua del 1953 – sono volti a scongiurare nuovi incidenti nella zona di mare al largo della costa occidentale e ridurre la tensione lungo il confine.

Il tema dei collegamenti attraverso il confine è di particolare rilievo in vista del viaggio al nord dell'ex presidente sudcoreano Kim Dae Jung, annunciato per il prossimo mese. Kim Dae Jung ha espresso la speranza di poter viaggiare proprio a bordo della linea ferroviaria intercoreana.

Secondo un accordo provvisorio raggiunto nel 2003, le due Coree garantiscono la sicurezza del traffico attraverso la Zona smilitarizzata (Dmz) su strada, ma il patto non includeva i movimenti su binario.

La linea Tonghae di 27,3 km attraversa la frontiera sul lato orientale del Paese, mentre i 25,5 km della linea Kongui collegheranno le due città di confine Munsan, nel sud, e Kaesong, nel nord.

Nei colloqui a Panmunjom si parlerà anche della definizione dei confini nelle contese acque del mare occidentale. Secondo Seoul la Linea del limite nord (Nll) rappresenta il confine de facto; Pyongyang, invece, non la accetta ritenendola un'imposizione delle Nazioni Unite, capeggiaate dagli Usa, stabilita in modo unilaterale dopo la fine della guerra di Corea (1950-1953)

Una serie di incidenti navali in queste acque, ricche per la pesca, hanno causato negli anni diversi morti da entrambe le parti.

A Panmunjom la delegazione sud sarà guidata dal maggiore generale Han Min-gu, quella del nord dal maggiore generale Kim Yong-chul.

Al momento sembra in atto un nuovo corso della politica sudcoreana, intenzionato a volersi distaccare dalla politica decisa dagli Stati Uniti per far tornare Pyongyang al tavolo dei colloqui a sei sul disarmo nucleare.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Dopo 50 anni, due treni attraversano il confine fra Nord e Sud
17/05/2007
Dopo oltre 50 anni Seoul e Pyongyang si accordano per i collegamenti ferroviari
10/05/2007
Panmunjom, le due Coree studiano il collegamento ferroviario fra Nord e Sud
26/06/2018 08:39
Panmunjom, i due leader coreani si incontrano di nuovo a sorpresa
26/05/2018 16:49
Seoul: adulti favorevoli ai progetti inter-coreani; indifferenza tra i giovani
19/03/2019 12:07