17/05/2007, 00.00
COREA
Invia ad un amico

Dopo 50 anni, due treni attraversano il confine fra Nord e Sud

La riapertura delle linee, che superano il confine militarizzato che separa la penisola, era previsto sin dal 2000. I politici di entrambe le parti sottolineano l’importanza dell’evento, destinato ad aiutare il processo di riunificazione nazionale e di integrazione col mondo.
Munsan (AsiaNews) – Per la prima volta dopo 50 anni, due treni hanno attraversato liberamente il confine militarizzato che divide la penisola coreana. Si tratta di uno dei segnali più importanti della volontà di riunificazione delle due nazioni.
 
Sui treni, composti da cinque vagoni ciascuno, hanno trovato posto 150 persone: 100 sudcoreani e 50 nordocoreani. I biglietti validi per il viaggio sono stati spediti dai due governi. Le linee utilizzate erano state attivate nel 1940 ed interrotte durante la guerra civile (1950 – 1953).
 
Le tratte hanno unito Munsan (nel Sud) con Kaesong, il complesso industriale intercoreano, e Kumgang (nel Nord) con Jejin. In totale, quasi 53 chilometri.
 
Prima della partenza del treno di Munsan, le autorità di Seoul hanno celebrato l’evento con una manifestazione a favore della riunificazione della Corea. Il ministro sudcoreano dell’Unificazione, Lee Jae-jung, ha dichiarato: “Spero che il viaggio di oggi sia un punto di svolta per le relazioni intercoreane. Questi viaggi devono portare con loro prosperità e pace”.
 
Kwon Ho-hung, consigliere di Stato nordcoreano, ha aggiunto: “Per far partire questi vagoni abbiamo compiuto ogni sforzo. Ora dobbiamo continuare su questa strada, per arrivare alla riconciliazione ed all’unità della nostra nazione”. Dopo la cerimonia, entrambi i politici sono partiti per la Corea del Nord.
 
La riapertura di questi due binari rientrava nel progetto di pace siglato nel 2000 fra i due governi, rigettato in seguito da Pyongyang.
 
La decisione di riprendere i test di collegamento era stata presa lo scorso aprile dai rappresentanti governativi, ma Pyongyang aveva delegato la decisione finale all’esercito, data la necessità di coprire militarmente l’evento.
 
La Corea del Sud spera che la riapertura dei binari possa condurre in futuro ad un attacco ferroviario diretto con la Transiberiana: in questo modo, la penisola coreana potrebbe essere collegata via terra con l’Europa.
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Dopo oltre 50 anni Seoul e Pyongyang si accordano per i collegamenti ferroviari
10/05/2007
Corea: dopo 56 anni, riprendono i collegamenti ferroviari tra nord e sud
13/05/2006
Seoul paga 80 milioni di dollari per il treno che va al Nord
07/06/2006
Transiberiana, la ferrovia più lunga del mondo: rinnovo o collasso?
19/10/2016 16:15
Pyongyang, il settimo lancio di missili
24/08/2019 10:51


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”