24/01/2019, 11.36
INDIA
Invia ad un amico

Maharashtra, radicali indù devastano una scuola cattolica

L’Holy Cross High School è una scuola femminile di Kolhapur. L’ala giovanile militante dello Shiv Sena ha devastato le aule davanti a bambine e insegnanti. La polizia ha arrestato due persone, mentre l’istituto rimane chiuso. John Dayal: “Si inasprisce lo scontro in vista delle elezioni generali”.

Kolhapur (AsiaNews) – Un gruppo di radicali indù appartenenti allo Yuva Sena, ala giovanile dello Shiv Sena, ha vandalizzato una scuola cattolica di Kolhapur, nel Maharashtra. Si tratta della Holy Cross High School, situata nella zona di Nagala Park, gestita dalle suore della congregazione della Santa Croce e dove studiano centinaia di bambine. La preside riferisce che le piccole, che hanno assistito alla devastazione insieme agli insegnanti, sono sotto shock. Ad AsiaNews John Dayal, segretario generale dell’All India Christian Council, protesta: “La vandalizzazione della scuola cattolica da parte dell’ala giovanile dello Shiv Sena, alleato di governo del Bjp [Bharatiya Janata Party], è davvero preoccupante. È scioccante di per sé e indicativo dell’aspro scontro che i gruppi fondamentalisti attuano nei confronti delle minoranze religiose nella corsa alle elezioni generali”.

L’attacco è avvenuto il 22 gennaio intorno alle 13.30 (ora locale), in orario di lezione. Sr. Bharati, preside della scuola primaria, racconta a Indian Catholic Matters che circa 20 attivisti hanno fatto irruzione nel campus gridando slogan contro la direzione scolastica. Poi hanno messo a soqquadro l’ufficio, distruggendo i vetri delle finestre e danneggiando i simboli religiosi, compresi la croce e la statua della Madonna. “Si lamentavano – dice – delle rette scolastiche e hanno iniziato a maltrattare me e lo staff. Quando io ho chiesto di mantenere la calma e proposto di discutere in maniera pacifica, hanno iniziato a distruggere tutto”.

In serata la polizia ha accolto la denuncia per atti vandalici. Abhinav Deshmukh, sovrintendente locale, riferisce che gli agenti hanno arrestato due persone, mentre altre 18 si sono rese irreperibili. La polizia ha anche messo sotto protezione l’istituto, che nel frattempo rimane chiuso. Sr. Bharati aggiunge: “La nostra è una scuola per sole ragazze. L’attacco è stato così improvviso e efferato che le studentesse delle prime classi tremavano di paura e sono ancora in stato di shock. È stato drammatico e non abbiamo potuto far niente, se non assistere impotenti all’atto di vandalismo”.

I genitori delle studentesse hanno diffuso una dichiarazione in cui condannano l’attacco e difendono le suore. Sull’incidente è intervenuto anche mons. Thomas Dabre, arcivescovo di Pune, che afferma: “Sono dispiaciuto e rattristato. Siamo sempre aperti alle discussioni, per questo non c’è alcuna necessità di arrivare a reazioni aggressive. Non è questo il modo giusto per risolvere i problemi in una società civile. Tutti gli istituti gestiti dalla Chiesa sono al servizio delle persone, in particolare poveri e emarginati”.

La scuola dell’Holy Cross non è la prima che finisce nel mirino dei radicali indù. Con il governo nazionalista alla guida del Paese, diverse scuole cristiane sono state attaccate negli ultimi anni. Il caso più eclatante è stato quello avvenuto a gennaio 2018 nel college cattolico di Vidisha, in Madhya Pradesh, dove i fondamentalisti pretendevano di entrare per celebrare un rituale indù in onore della “Madre India”.

Secondo John Dayal, “in India avviene almeno un incidente al giorno contro il clero, le scuole o le chiese della comunità cristiana. Anche i musulmani, la minoranza religiosa più numerosa del Paese, vengono attaccati di continuo”. L’attivista cattolico ritiene che le aggressioni rientrino “in un disegno ben preciso: polarizzare la popolazione, montare le passioni, sperando di conquistare voti per la coalizione di governo. Il silenzio delle amministrazioni statali, l’impunità che questi gruppi godono nei confronti di polizia e autorità civili, creano un ambiente aggressivo. Di certo questo non è un bene per la democrazia in India”.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Maharashtra, una marcia per la scuola cattolica devastata dagli indù
30/01/2019 12:15
Maharashtra, scuola cattolica devastata. Mons. Dabre: Le alunne sono quasi tutte indù (Video)
25/01/2019 08:46
Continua la persecuzione contro le scuole cristiane in India
26/04/2019 10:58
Partito nazionalista: l’India non è un Paese per cristiani
30/10/2017 12:24
Mumbai, minacce ad una scuola cattolica: Iscrivete più studenti
15/07/2019 11:10