18 Novembre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 25/04/2017, 12.17

    VIETNAM

    Manifestanti vietnamiti esigono scuse per i maltrattamenti della polizia



    Le forze dell’ordine hanno anche sequestrato magliette che portavano impresso lo slogan “No-Formosa”. I maltrattamenti della polizia scatenano l’ira dei locali. Il parroco Dan Huu Nam: “Devono chiedere scusa per il loro comportamento e restituire le magliette”. A un anno dal disastro, lenta e irregolare distribuzione dei risarcimenti

    Hanoi (AsiaNews/Rfa) – Circa 1000 manifestanti hanno circondato ieri la stazione di polizia del distretto di Quynh Luu, nella provincia centrale di Nghe An.  I contestatori chiedevano le scuse della polizia per la confisca di 200 t-shirt con slogan di protesta e per aver aggredito i due uomini che trasportavano il materiale.

    Le magliette, che la polizia in seguito ha promesso di restituire, portavano impresso lo slogan “No-Formosa”, in un riferimento al gruppo Formosa Plastics di Taiwan. L'anno scorso, una fabbrica di acciaio di proprietà della compagnia nella provincia di Ha Tinh ha causato una fuoriuscita di rifiuti tossici che ha ucciso 115 tonnellate di pesci e lasciato centinaia di migliaia di pescatori senza lavoro in quattro province costiere.

    Indignati per i maltrattamenti della polizia verso coloro che trasportavano le magliette, i residenti di Quynh Luu, inclusi molti cattolici, si sono riuniti fuori della sede della polizia distrettuale per chiedere la restituzione. A riferirlo è il parroco Dan Huu Nam.

    Sul luogo della protesta, il sacerdote aveva dichiarato: “Noi e la polizia siamo d'accordo su una soluzione. Devono chiedere scusa per il loro comportamento e devono restituire le magliette alla chiesa di Song Ngoc affinché possiamo consegnarle alla gente. Ho detto alle autorità di fronte a tutti che se non risolveranno correttamente questa situazione, continueremo a protestare in modo pacifico per chiedere i nostri diritti”. La protesta si è conclusa senza scontri, e tutti i manifestanti sono tornati alle loro case.

    La Società Formosa ha pagato alle autorità 500 milioni di dollari per ripulire e compensare i residenti costieri colpiti dalla fuoriuscita di aprile 2016. Tuttavia, la lenta e irregolare distribuzione dei fondi da parte del governo vietnamita ha suscitato le proteste della popolazione, che a distanza di un anno dal disastro ambientale continua a chiedere giustizia.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    16/08/2017 11:03:00 VIETNAM - TAIWAN
    La Chiesa vietnamita porta a Taiwan le proteste delle vittime della Formosa

    “All'estero per farci ascoltare”. Mons. Paul Nguyên Thai Hop, vescovo della diocesi di Vinh, in visita a Taipei col Comitato di sostegno alle vittime. Al centro delle proteste vi sono i criteri con cui governo vietnamita e Formosa hanno deciso l’importo dei compensi. La provincia di Nghệ An esclusa dall’elenco delle quattro province interessate dai risarcimenti.



    05/04/2017 16:22:00 VIETNAM
    Formosa Group, la Chiesa sostiene le vittime del disastro ambientale

    Dichiarazioni e iniziative per sostenere la popolazione a distanza di un anno dalla catastrofe. P. Anton Đặng Hữu Nam: “Molte vittime non sono state compensate per i danni fisici e mentali”. Mons. Hoàng Đức Oanh: “la compagnia continua a scaricare rifiuti tossici nel mare”. Mons. Paul Nguyễn Thái Hợp: “Il nostro impegno per la nazione e le generazioni future”.



    16/05/2017 12:43:00 VIETNAM
    Giro di vite di Hanoi sugli attivisti per le vittime della Formosa

    Hoang Duc Binh arrestato, sarà detenuto per 90 giorni. Era in compagnia di Nguyen Dinh Thuc, uno dei due sacerdoti denunciati dal governo. Centinaia di persone riunite per chiedere il rilascio di Binh. La Chiesa cattolica sostiene le rimostranze della popolazione ed è vittima delle rappresaglie delle autorità. Ricercato l'attivista cattolico Thai Van Dung.



    12/05/2017 11:13:00 VIETNAM
    Sacerdoti vietnamiti diffamati dal governo, l’appello dei media cattolici

    P. Đặng Hữu Nam e p. Nguyễn Đình Thục sostengono le proteste contro il governo per la mancata distribuzione dei risarcimenti di una società resonsabile di uno dei più gravi disastri ambientali della storia del Paese. La federazione dei mass media cattolici in un comunicato: “Fermare subito gli atti terroristici contro i sacerdoti di Thuận Nghĩa”. “Con la nostra totale fiducia in Dio, siamo in comunione, condividiamo e accompagniamo le vittime del disastro”. “Chiediamo agli organi internazionali di accompagnarci nella lotta per i diritti umani e la libertà religiosa in Vietnam”.



    01/06/2017 13:58:00 VIETNAM
    Formosa, esplosione nella fabbrica riaperta. Fedeli minacciati e aggrediti

    La fabbrica è responsabile di un gigantesco disastro ambientale che ha distrutto fauna marina e messo in ginocchio centinaia di migliaia di pescatori. L'incidente causato da una congestione nel sistema di filtraggio della polvere di un forno per la calce. Lo scoppio è avvenuto meno di due giorni dopo la riapertura dell’impianto. I cattolici delle province centrali del Vietnam nel mirino delle autorità vietnamite.  Picchiati i fedeli della parrocchia di Phú Yên e della chiesa di Van Thai, 25 i feriti. Insulti e lanci di oggetti ad una veglia di preghiera nella chiesa di Van Thai. Un’esercitazione militare usata come intimidazione.





    In evidenza

    HONG KONG - CINA - VATICANO
    Messa per un sacerdote sotterraneo defunto. Il card. Zen chiede a Dio la grazia di salvare la Chiesa in Cina e la Santa Sede ‘dal precipizio’

    Li Yuan

    P. Wei Heping, 41 anni, è morto in circostanze misteriose, buttato in un fiume a Taiyuan (Shanxi). Per la polizia egli si è suicidato. Ai familiari non è stato permesso nemmeno di vedere il rapporto dell’autopsia. Per il card. Zen la Santa Sede (che “non è necessariamente il papa”) cerca un compromesso a tutti i costi col governo cinese, rischiando di “svendere la Chiesa fedele”. Giustizia e pace pubblica un libretto su p. Wei, per non dimenticare.


    VATICANO - ITALIA - USA
    Papa: non più la guerra, che ha per frutto la morte, 'la distruzione di noi stessi'



    Francesco nel giorno della Commemorazione dei defunti ha celebrato messa al Cimitero americano di Nettuno. “Quando tante volte nella storia gli uomini pensano di fare una guerra, sono convinti di portare un mondo nuovo, sono convinti di fare una ‘primavera’. E finisce in un inverno, brutto, crudele, con il regno del terrore e la morte”.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®