02/01/2018, 13.44
FILIPPINE
Invia ad un amico

Mindanao, la Chiesa cattolica per le vittime dei tifoni

di Santosh Digal

La gratitudine e riconoscenza dei residenti per gli aiuti distribuiti da Caritas e Nassa. Reindirizzato all’assistenza delle comunità colpite il programma di solidarietà per la ricostruzione di Marawi. Un nuovo fenomeno atmosferico minaccia il Paese.

Manila (AsiaNews) – Continuano gli sforzi congiunti di Caritas Filippine ed il Segretariato nazionale per l'azione sociale (Nassa) della Conferenza episcopale delle Filippine (Cbcp) per alleviare le sofferenze delle comunità colpite dalle recenti tempeste tropicali. L’impegno umanitario della Chiesa cattolica a Mindanao, isola dove è concentrata la popolazione musulmana del Paese, è infatti noto anche grazie ad iniziative come “Duyog Marawi”, programma di solidarietà che sostiene gli sfollati del recente conflitto nella “città islamica” del sud delle Filippine. Esso coinvolge 13 comunità costiere nelle vicinanze di Marawi, tutte zone fortemente colpite dall’emergenza perché hanno perso mezzi di sussistenza e servizi di base in seguito all’isolamento della città.

Una donna di Iligan City (foto 2), nella provincia di Lanao del Norte (isola di Mindanao), ha appena ricevuto gli aiuti distribuiti dalle due organizzazioni cattoliche. Intervistata da AsiaNews, ella dichiara: “Siamo molto grati a Caritas Filippine, che ci ha sempre aiutati sin dalla crisi di Marawi. Questa è la prima volta che riceviamo assistenza dai cristiani”. Umpia M. Dura (foto 3-4), residente a Dangerampian, sobborgo di Ditsaan Ramain, possiede una risaia che è stata gravemente danneggiata dal tifone Vinta. Ricevuta la visita dei volontari di Duyog Marawi durante un sopralluogo con i residenti, egli esprime tutta la sua riconoscenza per il sostegno ricevuto: “Vi ringrazio per esser venuti qui a controllare la mia risaia. La mia gratitudine è infinita”.

Duyog Marawi è solo uno dei due programmi intrapresi dalla Chiesa cattolica per i sopravvissuti al conflitto. Al momento, l'abbiamo convertito per aiutare le persone colpite dalla tempesta tropicale Tembin. Più di 100 operatori della Caritas vi stanno lavorando”, racconta Jing Rey Henderson, a capo della comunicazione e dello sviluppo delle collaborazioni di Caritas Filippine. Nel frattempo, una settimana dopo che i cicloni Urduja e Vinta hanno portato devastazione a Visayas e Mindanao, con frane ed inondazioni che hanno causato la morte di circa 300 persone, un nuovo fenomeno atmosferico minaccia il Paese.

Le autorità dichiarano che la depressione tropicale Agaton dovrebbe abbattersi su Puerto Princesa City (provincia orientale di Palawan) questa sera. Le autorità avvertono i residenti di possibili smottamenti dovuti alle piogge, da moderate a intense in quelle zone, così come nella regione di Bicol, nelle province di Samar, nelle isole di Panay, nel sud di Quezon e nelle province di Mindoro, Marinduque e Romblon. A causa di Agaton e di un’ondata monsonica da nord-est (amihan), la navigazione rimane rischiosa lungo le coste di Palawan e dell'isola di Cuyo, così come i litorali settentrionali e meridionali di Luzon, la costa orientale di Central Luzon, le coste orientali e occidentali delle Visayas e la costa orientale di Mindanao. Agaton dovrebbe lasciare le Filippine domani.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Mons. Edwin dela Peña: cristiani e musulmani per la pace a Marawi
19/09/2017 11:46
Rapporto Onu: quattro tifoni in due mesi, 190mila persone senza casa
20/12/2006
Manila, Vescovi e Caritas per le vittime dei tifoni: al via la raccolta fondi
28/12/2017 09:03
Card. Tagle: ‘Senza verità, giustizia e amore non vi è pace’ con i musulmani di Marawi
05/07/2017 12:07
Il vescovo di Marawi ritorna nella cattedrale devastata dalle violenze
13/01/2018 09:56