29/12/2005, 00.00
Pakistan
Invia ad un amico

Sangla Hill, leader cristiani minacciati di morte

di Qaiser Felix

La minaccia, telefonica, proviene da un gruppo islamico estremista che propone di "scendere a patti". "Non possiamo farlo, perché vorrebbe dire lasciare impuniti i veri autori dell'attacco del 12 novembre".

Sangla Hill (AsiaNews) – "Se non scendi a patti con noi entro 2 giorni, preparati a morire". Questa è la frase con cui un uomo – che si è identificato come un appartenente all'organizzazione islamica estremista Lashkar-e-Jhangvi – ha minacciato le personalità cristiane di Sangla Hill.

Qui il 12 novembre scorso una folla composta da circa 2 mila musulmani ha attaccato le proprietà della comunità cristiana. La folla - istigata da alcuni leader religiosi che accusavano un cristiano di blasfemia – ha distrutto 3 chiese, le abitazioni di 2 pastori protestanti, un convento di suore, un ostello femminile e 2 scuole.

Saqib Sohail Batti, consigliere generale del paese, conferma ad AsiaNews che oltre a lui anche p. Samson Dilawar, parroco cattolico, ed il pastore Tajmal Perves hanno ricevuto la stessa telefonata. "Siamo stati chiamati tutti e 3 il 27 dicembre – racconta – dallo stesso uomo, che chiamava dallo stesso numero". "Abbiamo avvertito la polizia – continua – che ha individuato il numero: un ufficio pubblico per le chiamate di Faisalabad".

"Venire a patti con loro – spiega il Consigliere generale – significa fare pace e noi questo non possiamo farlo, perché i veri istigatori della violenza sono ancora in libertà. Se cediamo, non verranno puniti per quello che hanno fatto".

"Siamo molto spaventati – conclude – e passiamo le giornate in casa. La polizia era stata avvertita anche prima del 12 novembre, ma non ha fatto nulla per prevenire l'attacco degli estremisti".

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Leader cristiani scrivono a Musharraf: " il fanatismo distruggerà il paese"
22/12/2005
Dopo 40 giorni, "estremisti islamici ancora impuniti per l'attacco a Sangla Hill"
21/12/2005
Sangla Hill, si prepara il Natale nella chiesa cattolica distrutta dai musulmani
16/12/2005
Ritirata l'accusa di blasfemia contro il cristiano di Sangla Hill
11/01/2006
Pakistan, sciopero della fame per la pace a Sangla Hill
02/01/2006