16 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  •    - Brunei
  •    - Cambogia
  •    - Filippine
  •    - Indonesia
  •    - Laos
  •    - Malaysia
  •    - Myanmar
  •    - Singapore
  •    - Tailandia
  •    - Timor Est
  •    - Vietnam
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 13/04/2017, 15.18

    VIETNAM

    Thien An, cinque ordinazioni sacerdotali nonostante le persecuzioni del regime

    Thanh Thuy

    Il vescovo di Kontum in visita pastorale al monastero. L’amministrazione locale intende requisire l’area e l’annessa struttura. Il monastero spesso oggetto degli attacchi di teppisti e polizia.

    Hanoi (AsiaNews) – Mons. Michael Hoàng Đức Oanh, vescovo della diocesi di Kontum, si è recato in visita al monastero benedettino di Thiên An, dove il 4 aprile scorso ha officiato l’ordinazione di cinque religiosi. Il luogo di culto è al centro di una dolorosa disputa con il regime comunista, che da tempo mira ad impossessarsi degli oltre 110 ettari di foresta protetta e sradicare la pratica religiosa.

    Mons. Hoàng si è fermato a pregare presso la “collina dell’angoscia” dell’Ordine, profanata tempo fa da alcuni teppisti inviati dalle autorità di Huế City, nella provincia di Thừa Thiên Huế. Il vescovo aveva invitato alla visita anche p. Thadeus Nguyễn Văn Lý, p. Peter Nguyễn Văn Giải e p. Peter Phan Văn Lợi, importanti personalità nella lotta per la giustizia, i diritti umani e la libertà religiosa in Vietnam.

    Tuttavia, solo p. Thadeus Lý ha potuto recarsi al monastero di Thien An. Gli otto anni passati nelle prigioni del regime comunista, e altri cinque agli arresti domiciliari, non hanno scalfito la fede e il coraggio dell’anziano sacerdote. Le autorità locali hanno invece impedito di partecipare alla cerimonia a p. Peter Phan Văn Lợi, agli arresti domiciliari da 40 anni.

    Durante la sua visita pastorale, mons. Hoàng ha condiviso le proprie esperienze missionarie, esortando i fedeli e i religiosi di Thiên An e curare le ferite sanguinanti del popolo vietnamita, a pregare e comportarsi secondo i valori cristiani. Il vescovo ha poi celebrato la Messa per l’ordinazione di cinque religiosi nella cappella del monastero.

    Nel corso della funzione, il vescovo ha richiamato tutte le persone presenti ad annunciare la Buona Novella al mondo. In particolare, ha invitato i giovani a rispondere alla chiamata del Signore, e a dedicare la loro vita alla missione di evangelizzazione e di consacrazione a Dio. Mons. Hoàng ha infine invitato i fedeli ad esprimere la fede in qualsiasi situazione e a tener viva la speranza nel giorno della Risurrezione.

    Il monastero benedettino di Thiên An, nell’arcidiocesi di Huế, è stato fondato il 10 giugno 1940 da alcuni missionari francesi. La struttura è visitata dai fedeli e ospita sacerdoti, suore, religiosi e seminaristi che svolgono attività pastorale (al servizio di cattolici e fedeli di altre religioni), in tre diverse chiese della città. L’arcidiocesi di Hue, che comprende due province, conta circa 70mila fedeli e 78 parrocchie.

    Nel 1998 il vice primo ministro Nguyen Cong Tan firmò l’ordine di esproprio dei terreni adiacenti al monastero. Da anni l’amministrazione locale intende requisire l’area e l’annessa struttura, per metterla a disposizione di un’agenzia di viaggi. Il monastero è spesso oggetto degli attacchi di teppisti assoldati dalle autorità locali per impaurire i cattolici e convincerli ad abbandonare l’area. A questi si aggiungono i raid di poliziotti che, a più riprese, hanno fatto irruzione nella struttura e minacciato di occuparla.

    Ogni giorno gruppi di delinquenti locali cercano di disturbare le funzioni, molestando e minacciando le centinaia di religiosi. Sostenuti e tutelati dal governo, i vandali sono soliti infastidire i fedeli e i visitatori con parole volgari e blasfeme. Tuttavia, la legge vietnamita riconosce il monastero di Thiên An come un luogo di culto destinato alla pratica religiosa. Esso ha contribuito con molti progetti sociali e culturali allo sviluppo della zona, insieme a iniziative di protezione dell’ambiente, tutela della salute e conservazione di una foresta protetta.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    20/05/2015 VIETNAM
    Hue: sacerdoti e fedeli a difesa del monastero di Thiên An, nel mirino delle autorità comuniste
    Il luogo di culto oggetto di attacchi da parte di polizia e teppisti assoldati dall’amministrazione locale. Il governo vuole requisire la struttura e il parco, che ospita una foresta protetta, per costruire un parco di divertimenti. Studenti cattolici: "Terrorismo psicologico per costringere la Chiesa a vendere i terreni".

    12/01/2018 15:20:00 VIETNAM
    Thien An, pressioni e ingerenze: monaci benedettini contro le autorità locali

    Il Comitato popolare provinciale chiede il trasferimento del superiore per le sue proteste contro gli espropri al monastero.  Da tempo il governo mira ad impossessarsi degli oltre 110 ettari di foresta protetta e sradicare la pratica religiosa. La struttura attaccata da teppisti per impaurire i cattolici e convincerli ad abbandonare l’area.



    30/06/2017 12:36:00 VIETNAM
    Thiên An, abbattuta la croce del monastero; aggrediti monaci e fedeli

    Un centinaio di persone mobilizzate dal governo comunista della città di Huế. Gli assalitori hanno malmenato i monaci accorsi per difendere il simbolo sacro. In due sono rimasti feriti ed un altro è rimasto privo di sensi. Fra i picchiatori riconosciuti esponenti di spicco della polizia locale. Una parrocchiana: “Forti interessi di potere ed economici dietro quest’aggressione”. Il monastero al centro di un’annosa disputa col governo.



    07/07/2016 11:27:00 VIETNAM
    Hue, la polizia torna all’attacco del monastero di Thien An

    Il luogo di culto cattolico è oggetto di espropri da parte della autorità comuniste. Il 26 giugno scorso la polizia ha interrotto i monaci mentre costruivano una strada. Il giorno seguente l’abate ha inviato una petizione di protesta alle autorità locali e internazionali: “Possiamo perdere la causa solo se Hanoi non rispetterà la legge”.

     



    17/01/2009 VIETNAM
    Esponenti politici incontrano il vescovo ausiliare di Hanoi
    Sono possibili interpretazioni contrastanti all’incontra tra il presule e il presidente del Comitato centrale del Fronte patriottico che ha parlato di “buoni rapporti” con l’arcivescovato, ma non ha neppure nominato l’arcivescovo.



    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®