12/05/2008, 00.00
VIETNAM - CINA
Invia ad un amico

I poveri vietnamiti vendono i reni ai ricchi cinesi

L'organo pagato circa 4mila dollari. La vendita è reato in Vietnam, ma tutto avviene nella vicina Cina. E qualcuno rischia la vita per un espianto mal fatto.

Ho Chi Minh City (AsiaNews/Agenzie) – Nel Vietnam comunista, i poveri e disperati vanno in Cina per vendere un rene. E qualche venditore, come To Cong Luan, si ritrova in pericolo di vita.

Il quotidiano statale Viet Nam News racconta che Luan, 22 anni e studente della Scuola superiore tecnico-industriale nella Capitale, regolarmente vende sangue al locale Centro ematologico. Ma la sua ragazza è incinta e i soldi non bastano. Così, quando sente che in Cina si può vendere un rene per 70 milioni di dong (circa 4.375 dollari), a dicembre passa il confine col Guangdong. Torna in Vietnam solo due mesi dopo, in stato vegetativo. Ricoverato all’Ospedale Cho Ray di Ho Chi Minh City, i medici osservano che le parecchie incisioni sull’addome dimostrano che il trapianto è stato fatto in modo incompetente. Poiché non possono fare nulla, la famiglia l’ha riportato a casa (nella foto), forse a morire.

Ma la vendita di reni è comune: Nguyen Thi Thuy, altra venditrice abituale di sangue e proprietaria di un piccolo negozio di caffè, racconta che Luan è andato in Cina con altre 4 persone: 3 sono tornate subito dopo l’asportazione del rene e “sono in buona salute e hanno una grande somma di denaro come ricompensa”, mentre, oltre a Luan, non è pure tornata una donna.

Secondo il ministero vietnamita della Sanità, nel Paese ci sono tra i 5 e i 6mila pazienti in attesa di un trapianto di rene e nel 2007 se ne sono potuti fare solo 158. La vendita di organi è reato. Ma se il venditore va nella vicina Cina, è poi davvero arduo applicare la legge vietnamita al compratore e ai chirurgi.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
E' "rigoglioso" il mercato di organi prelevati dai detenuti cinesi
28/09/2006
Pechino: nuovi regolamenti sanitari per fermare il traffico di organi umani
18/07/2006
Oppressi dalla povertà, 3 mila filippini costretti a vendere i propri organi
09/02/2007
Cina: nel 2013 finiranno gli espianti di organi dai condannati a morte
03/11/2012
Prima condanna a Pechino per chi traffica in organi umani
16/09/2010


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”