20/02/2007, 00.00
BANGLADESH
Invia ad un amico

Il Nobel Yunus lascia la Grameen Bank e scende in politica

di Nozrul Islam
L’inventore del microcredito correrà alle prossime parlamentari con un nuovo partito. Diverse le reazioni: alcuni lo vedono come il “salvatore della Patria”, altri guardano con sospetto alle sue posizioni ancora neutrali e alla sua inesperienza in campo politico.
Dhaka (AsiaNews) – Mohammed Yunus, inventore del microcredito e Premio Nobel per la pace  2006, ha annunciato che è disposto a tagliare ogni legame con la Grameen Bank, (“banca dei poveri") da lui fondata, per entrare in politica e partecipare alle prossime elezioni politiche in Bangladesh. Il Paese vive da ottobre una grossa crisi, che ha portato il presidente Iajuddin Ahmed a rinviare le elezioni parlamentari, previste per il 22 gennaio, e a dichiarare lo stato di emergenza.
 
Il partito di Yunus si chiamerà Nagarik Shakti, che in bengalese significa "potere popolare". Sulla sua entrata in politica si moltiplicano reazioni e commenti disparati: alcuni vedono in lui il "salvatore della patria", altri ironizzano sul fatto che voglia capitalizzare il successo del Nobel a proprio vantaggio. I quotidiani sono pieni di risposte alla sua "lettera aperta", in cui chiede suggerimenti alla popolazione per dare vita al nuovo partito.
 
Secondo esperti di politica bengalese, il metodo con cui Yunus ha iniziato sembra buono, per lo meno contro corrente rispetto al sistema seguito finora dai partiti, che sono in pratica “congreghe di sostenitori di leader assoluti, senza ombra di democrazia o dibattito interno”. Buona è anche l'idea di partire costruendo aggregazioni a livello di villaggio per poi salire alla formazione di un partito nazionale. Ma Yunus non ha mai fatto politica e ha sempre tenuto un profilo piuttosto  neutrale; “anche quando essere neutrali significava appoggiare corruzione e ingiustizia”, osservano alcuni analisti. “Ora questa posizione neutrale andrebbe almeno ritoccata e per grandi linee abbozzato un programma politico e di alleanze”, suggeriscono. Oltre tutto non si conoscono i suoi rapporti con gli ambienti dell’esercito, che resterà ancora a lungo una forza con cui è indispensabile fare i conti.
 
La speranza è che Yunus non faccia troppo affidamento sul rispetto e il prestigio procuratogli dal Nobel, altrimenti “si troverà presto nei guai”.
 
Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Al bengalese Muhammad Yunus il premio ‘Lampada della pace di san Francesco’
14/09/2019 09:00
Nobel per la pace all'economista del Bangladesh, Muhammad Yunus
13/10/2006
India, dove il micro-credito spinge al suicidio
22/10/2010
Medaglia d'onore a Muhammad Yunus, il controverso creatore del microcredito
20/04/2013
Giochi politici dietro la richiesta di dimissioni di Yunus, inventore del microcredito
04/03/2011


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”