23/02/2006, 00.00
SINGAPORE
Invia ad un amico

Singapore: per i militari il futuro sono i soldati robot

Per esperti della difesa internazionali riuniti a Singapore i nuovi scenari di guerra ed il terrorismo richiedono l'utilizzo di nuove armi.

Singapore (AsiaNews/Agenzie) – Soldati robot per combattere la guerriglia urbana nell'era del terrorismo. È la possibile evoluzione di nuove tecniche che si stanno sperimentando a livello internazionale, e che potrebbero essere impiegate in Iraq come in nuovi teatri di guerra.

Ad annunciarlo un gruppo di esperti, riuniti in una conferenza asiatica sulla sicurezza.

Secondo i militari, munire i soldati di armi tecnologiche potrebbe diminuire le perdite durante le guerriglie urbane, una forma di combattimento che continua a crescere in modo preoccupante, laddove è presente il terrorismo.

I rischi legati al tradizionale combattimento corpo a corpo hanno reso i soldati timorosi di affrontare gli scontri urbani. Gli esperti sottolineano che invece armi come bombe teleguidate, veicoli automatizzati e speciali carri armati hanno ridotto l'esposizione dei militari a situazioni pericolose per la loro incolumità.

La Sagem Defence Security, una azienda privata francese, ha dichiarato che lavora nello sviluppo di un particolare soldato elettronico, una macchina computerizzata da lotta. Patrick Curlier, del reparto sviluppo della Sagem, ha detto che la società ha ricevuto un contratto dal governo francese per sviluppare circa 32 mila di questi soldati elettronici, che andrebbero consegnati fra il 2007 ed il 2012.

Anche gli Stati Uniti hanno un programma di sviluppo di soldati-robot, noti come "Swords" (spade), acronimo inglese di Special Weapons Observation Reconnaissance Detection Systems (Sistema e arma speciale di ricerca, riconoscimento ed osservazione). John Parmentola, direttore ricerca e amministrazione del laboratorio dell'esercito Usa, ha dichiarato che gli Swords potrebbero essere utilizzati in Iraq. I robot sono armati in modo eccellete, e quando l'operatore umano verifica un obiettivo sensibile la macchina spara.

Singapore ha reso noto di aver incaricato un battaglione di fare esperimenti per creare e sviluppare un sistema avanzato in grado combattere come un soldato contro la criminalità urbana. Ha inoltre attivato un particolare programma che studia gli aerei senza equipaggio. "I veicoli di questo programma – ha dichiarato Desmond Kuek, responsabile della polizia municipale - saranno equipaggiati con una rete integrata di sensori ed automatismi per aumentare intelligenza e consapevolezza nelle situazioni".

Gli esperti ritengono che le armi convenzionali di tutto il mondo devono evolversi per sconfiggere i nuovi avversari. In modo particolare la guerriglia urbana richiede forze speciali, nuove tattiche ed una complessa miscela di informazioni e tecnologia.

Invia ad un amico
Visualizza per la stampa
CLOSE X
Vedi anche
Nuove tensioni tra ribelli maoisti e governo
26/10/2009
Lahore, attivisti a sostegno della riduzione delle armi convenzionali
05/09/2017 12:45
Da oggi Mosca sospende il Trattato sulle forze convenzionali
12/12/2007
Card. Bertone: la Santa Sede non è mai a favore degli armamenti
10/10/2006
Le borse in Asia crescono, mentre Atene brucia
13/02/2012


Iscriviti alle newsletter

Iscriviti alle newsletter di Asia News o modifica le tue preferenze

ISCRIVITI ORA
“L’Asia: ecco il nostro comune compito per il terzo millennio!” - Giovanni Paolo II, da “Alzatevi, andiamo”