24 Ottobre 2017
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 09/09/2017, 12.41

    CINA-VATICANO

    Mons. Pietro Shao Zhumin sotto controllo in un ospedale di Pechino

    Bernardo Cervellera

    È stato sottoposto a un’operazione a un orecchio. Gli è stato vietato di partecipare ai funerali di un anziano testimone della fede, p. Giovanni Wang, che ha subito 12 anni di lager. Anche il segretario dl vescovo è stato sequestrato per impedirgli di partecipare ai funerali di p. Wang.

    Roma (AsiaNews) - Mons, Pietro Shao Zhumin, vescovo di Wenzhou (Zhejiang), è in un ospedale di Pechino per cure (foto 1). Egli è tuttora sotto il controllo della polizia e impossibilitato a svolgere le sue funzioni episcopali. Mons. Shao è nelle mani della polizia e dei rappresentanti dell’Ufficio affari religiosi dal mese di maggio. Per la Santa Sede egli è il vescovo ordinario di Wenzhou, ma il governo non lo riconosce perché egli fa parte della comunità sotterranea. A causa di questo egli è di continuo ostacolato a servire la diocesi e i fedeli e sottoposto a “istruzione religiosa” perché accetti di iscriversi all’Associazione patriottica, l’organismo di controllo della Chiesa, che progetta di costruire una comunità cattolica separata dalla Santa Sede.

    Mons. Shao era stato rapito dalla polizia anche in aprile, pochi giorni prima della Pasqua.

    Secondo alcuni fedeli della sua diocesi, egli sarebbe ora a Pechino, da dove è stata inviata una sua foto che lo ritrae in pigiama (v. foto). Egli sarebbe stato sottoposto a un’operazione all’orecchio.

    La sua partenza per Pechino non gli ha permesso di partecipare ai funerali di un grande testimone della fede, il sacerdote sotterraneo p. Giovanni Wang Zhongfa (foto 2), morto la scorsa settimana, il 2 settembre.

    P. Wang, 86 anni, dal 1956 - quando era ancora seminarista -  ha subito 12 anni di lavori forzati a Baoanzhi (Mongolia interna). Finito di scontare la sua pena, ha avuto la proibizione di ritornare al suo paese ed è rimasto lì a lavorare. Solo dopo altri 12 anni ha potuto far ritorno nel comune di Qianku. In diocesi ha molto lavorato per l’evangelizzazione e ha curato la crescita di vocazioni sacerdotali e di un istituto diocesano di suore, le missionarie del Cuore di Gesù. Nelle scorse settimane era stato ricoverato in ospedale e mons. Shao aveva ricevuto il permesso di visitarlo, sempre scortato da funzionari degli Affari religiosi. Ma gli è stato vietato di partecipare la funerale.

    Anche il segretario di mons. Shao, p. Paolo Jiang Sunian, è stato portato dalla polizia in un luogo segreto per non permettergli di partecipare al funerale di p. Wang.

    I fedeli sperano che presto sia p. Jiang che mons. Shao possano ritornare in diocesi.

    Per la liberazione di mons. Shao si erano espressi pubblicamente il governo tedesco. Anche il Vaticano, in un raro pronunciamento critico, aveva espresso “grave preoccupazione” sulla sorte del vescovo.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    30/09/2006 CINA
    Due sacerdoti clandestini arrestati nel Guangdong

    P. Shao Zhoumin e p. Jiang Sunian, di ritorno dall'Europa, erano già stati in galera per diverso tempo. Fonti di AsiaNews in Cina spiegano inoltre che la liberazione del vescovo di Zhengding, mons. Jia, è stata decisa "per paura di manifestazioni popolari" ed avvertono che "potrebbe essere arrestato di nuovo".



    30/08/2007 CINA
    Rilasciato p. Jiang Sunian, sacerdote non ufficiale di Wenzhou
    Il sacerdote, arrestato insieme al vicario generale della diocesi, ha scontato 11 mesi di detenzione. Ricoverato per un peggioramento della sua sinusite, soffre ora di problemi cardiaci, pressione alta ed intasamento delle arterie.

    08/09/2016 10:15:00 CINA - VATICANO
    Sequestrato dalla polizia il vescovo coadiutore di Wenzhou, mons. Pietro Shao Zhumin

    Mons. Shao sarebbe stato portato nel nordovest della Cina; il suo segretario è stato portato nello Yunnan; un altro sacerdote è in fermo a Hangzhou. Il governo vuole prevenire la presa di possesso della diocesi da parte del vescovo riconosciuto dalla Santa Sede, ma non da Pechino.



    19/06/2017 15:56:00 CINA-VATICANO
    Ancora scomparso mons. Pietro Shao Zhumin, vescovo di Wenzhou, non riconosciuto dal governo

    Il vescovo sarebbe arrivato all’aeroporto di Wenzhou, ma non è stato portato a casa sua. Mons. Shao è stato prelevato da persone del governo e scortato in luogo sconosciuto. I suoi sacerdoti non lo hanno visto a casa. Cifre aggiornate della comunità di Wenzhou: 130mila cattolici.



    17/06/2017 12:33:00 CINA-VATICANO
    Wenzhou: mons. Shao è tornato in diocesi scortato dalla pubblica sicurezza

    Il vescovo è riconosciuto dalla Santa Sede, ma non dal governo. E’ stato sequestrato per 27 giorni. Avrebbe partecipato a un “seminario religioso” per convincerlo ad entrare nell’Associazione patriottica e per costringere il Vaticano a nominare subito un vescovo coadiutore appartenente alla comunità ufficiale.





    In evidenza

    VATICANO
    Papa: Lettera per i 100 anni della Maximum Illud sull’attività svolta dai missionari nel mondo



    Per l’ottobre 2019, papa Francesco lancia un Mese Missionario Straordinario per risvegliare l’impegno della missione ad gentes e per trasformare in modo missionario la pastorale ordinaria, sfuggendo alla stanchezza, al formalismo e all’autopreservazione. Il “compito imprescindibile della missione ad gentes da Benedetto XV al Concilio Vaticano II, a papa Giovanni Paolo II, fino all’Evangelii Gaudium.


    CINA-VATICANO
    Wang Zuoan: Papa Francesco è sincero, ma deve sottostare a due condizioni

    Li Yuan

    In un’intervista alla Commercial Radio, il direttore dell’Amministrazione statale per gli affari religiosi ribadisce l’urgenza di tagliare i rapporti con Taiwan e di non interferire negli affari interni della Cina, nemmeno quelli religiosi. Grandi elogi al discorso di Xi Jinping da parte dei due vescovi ospiti del Congresso del Partito, Fang Xinyao e Ma Yinglin. “Falsi pastori, ma reali schiavi”. I timori di un cattolico sotterraneo.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

    Add to Google









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®