17 Gennaio 2018
AsiaNews.it Twitter AsiaNews.it Facebook
Aree geografiche




  • > Africa
  • > Asia Centrale
  • > Asia del Nord
  • > Asia del Sud
  •    - Afghanistan
  •    - Bangladesh
  •    - Bhutan
  •    - India
  •    - Nepal
  •    - Pakistan
  •    - Sri Lanka
  • > Asia Nord-Ovest
  • > Asia Sud-Est
  • > Europa
  • > Medio Oriente
  • > Nord America
  • > Sud America
  • > Asia dell'Est


  • » 19/12/2017, 14.30

    INDIA

    Uttar Pradesh, indù alle scuole cattoliche: Vietato il Natale, ‘induce’ alla conversione



    L’Hindu Jagran Manch è un gruppo nazionalista di estrema destra legato al chief minister Yogi Adityanath. Giovani cattolici “restii ad andare in giro per i canti di Natale”, dopo l’aggressione a seminaristi e sacerdoti in Madhya Pradesh.

    Lucknow (AsiaNews/Agenzie) – Non celebrare il Natale nelle scuole cattoliche e non scambiare doni come i giocattoli perché essi inducono i bambini a convertirsi al cristianesimo. È l’avvertimento lanciato da Hindu Jagran Manch (Hjm), un gruppo nazionalista di estrema destra indù affiliato all’Hindu Yuva Vahini, brigata nazionalista giovanile creata nel 2002 da Yogi Adityanath, chief minister dell’Uttar Pradesh, santone famoso per le sue critiche ai cristiani in India e a Madre Teresa. Gli indù si rivolgono in particolare agli istituti cattolici di Aligarh, la terza maggiore città dello Stato indiano, e avvertono: “Non celebrate il Natale nelle scuole a maggioranza indù, perché esso è un passo verso le conversioni forzate”.

    Il gruppo promette di dare vita a manifestazioni di protesta davanti alle scuole che dovessero contravvenire all’ordine. Sonu Savita, presidente cittadino di Hjm, afferma: “Agli alunni indù che studiano negli istituti cattolici è stato chiesto di portare giocattoli e altri regali per celebrare il Natale. Questo è un modo facile per indurli al cristianesimo”.

    SN Singh, direttore dell’Ingraham Institute di Aligarh, replica: “Nessuna scuola forza gli alunni a partecipare a nessuna festività. La richiesta del gruppo è strana e senza precedenti. Se dovessimo ricevere ulteriori avvertimenti, ci rivolgeremo all’amministrazione locale e chiederemo la protezione della polizia durante le feste”.

    Osmand Charles, attivista cristiano, aggiunge: “La dichiarazione dell’Hindu Jagran Manch arriva come una doccia fredda per i cristiani di Aligarh. Tra i membri della comunità c’è paura. Lo stesso tipo di atteggiamento aggressivo si è già verificato nei programmi di ghar wapsi [‘ritorno a casa’, cioè alle origini indù della popolazione – ndr], che diffondono insicurezza tra le minoranze”. “Dopo quanto successo a Satna [in Madhya Pradesh, dove la polizia ha detenuto per diverse ore sacerdoti e seminaristi che cantavano inni di Natale – ndr], ora anche i nostri ragazzi sono restii ad andare in giro per esibirsi in canti natalizi”.

    La fazione nazionalista e il chief minister non sono nuovi a forme di intimidazione contro i cristiani. Nel 2014 Adityanath aveva avvisato di non festeggiare la nascita di Cristo al di fuori delle chiese. Ad aprile di quest’anno i radicali dell’Hindu Yuva Vahini hanno fatto irruzione in una chiesa di Dadhauli, nel distretto di Maharajganj, e hanno interrotto la funzione religiosa. In chiesa in quel momento erano presenti circa 150 fedeli, tra cui 10 turisti americani. Tutti i cristiani, compreso il pastore Yuhanna Adam, sono stati arrestati dalla polizia con l’accusa di conversioni forzate al cristianesimo.

    invia ad un amico Visualizza per la stampa










    Vedi anche

    22/12/2017 09:51:00 INDIA
    Governo dell’Uttar Pradesh: giro di vite sui radicali indù contrari al Natale

    Il ministro dell’Interno federale telefona al chief minister Yogi Adityanath. I militanti dell’Hindu Jagrant Manch minacciavano le scuole cattoliche. “Assicurare che la libertà di praticare la propria religione sia protetta a tutti i costi”.



    24/04/2017 15:25:00 INDIA
    Uttar Pradesh: vescovi al nuovo chief minister, difendere i cristiani perseguitati

    L’incontro con Yogi Adityanath è avvenuto il 21 aprile. I rappresentanti della Chiesa locale gli hanno espresso i migliori auguri per il nuovo incarico. Hanno anche chiesto che egli garantisca la sicurezza e l’incolumità della minoranza cristiana e dei suoi luoghi di culto.



    07/10/2017 08:32:00 INDIA
    Uttar Pradesh, il governo nazionalista depenna il Taj Mahal dalle guide turistiche

    Il mausoleo scompare dalle attrazioni consigliate ai turisti. I nuovi opuscoli riportano in maggioranza monumenti indù. L’edificio - Patrimonio dell’umanità - sconta le politiche nazionaliste del chief minister Yogi Adityanath.



    30/03/2017 12:30:00 INDIA
    Uttar Pradesh, chiusi i mattatoi per proteggere le vacche: a rischio poveri, musulmani e cristiani

    La chiusura dei macelli illegali è una delle promesse elettorali del nuovo chief minister Yogi Adityanath. I commercianti lamentano però che le autorità hanno messo i sigilli anche a quelli in regola. La vacca è considerata sacra dalla religione indù, ma rappresenta la maggiore fonte di sostentamento delle minoranze. L’industria fattura ogni anno 3,7 miliardi di euro a livello nazionale; il settore impiega nello Stato dell’Uttar Pradesh circa 2,5 milioni di persone.



    20/11/2017 11:59:00 INDIA
    Sajan K George: cristiani arrestati, i vulnerabili dell'India

    Il 19 novembre alcuni pentecostali arrestati in Madhya Pradesh; il 15 novembre un evangelico in Chhattisgarh. Il leader del Global Council of Indian Christians chiede protezione per i festeggiamenti del 26 novembre, Solennità di Cristo Re.





    In evidenza

    COREA
    La Corea del Nord invierà una delegazione olimpica di alto livello a Pyeongchang



    Dopo due anni di tensioni, il primo incontro fra delegazioni di Nord e Sud Corea. Seoul propone che gli atleti di Nord e Sud marcino fianco a fianco nelle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi (9-25 febbraio 2018).


    VATICANO
    Papa: il rispetto dei diritti di persone e nazioni essenziale per la pace



    Nel discorso ai diplomatici Francesco ha chiesto la soluzione di conflitti – a partire dalla Siria – e tensioni – dalla Corea a Ucraina, Yemen , Sud Sudan e Venezuela – e auspicato accoglienza per i migranti e per gli “scartati”, come i bambini non nati o gli anziani e rispetto per i diritti alla libertà religiosa e di opinione, al lavoro.


    AsiaNews E' ANCHE UN MENSILE!

    L’abbonamento al mensile di AsiaNews non costa nulla: viene dato gratis a chiunque ne faccia richiesta.
     

    ABBONATEVI

    News feed

    Canale RSScanale RSS 

     









     

    IRAN 2016 Banner

    2003 © All rights reserved - AsiaNews C.F. e P.Iva: 00889190153 - GLACOM®